Tecnica – Quando Longines inserì due quarzi

Tecnica - Quando Longines inserì due quarziLa soluzione del VHP sfruttò le leggi della Fisica.

Il quarzo. Un materiale che in Orologeria è amato e odiato. Inviso ai puristi della Meccanica, viene invece esaltato dagli “innovazionisti”.

Di certo c’è da dire che l’elettronica ha consentito un notevole passo in avanti nella misurazione del Tempo. Senza l’orologio atomico non avremmo la certezza dell’ora ufficiale, o perlomeno dovremmo accontentarci dell’approssimazione.

Ci fu un periodo, che sotto certi aspetti dura ancora oggi, che anche le maison più rinomate hanno profuso sforzi e ricerche sull’applicazione del quarzo i Orologeria.

Circola abbastanza spesso tra gli addetti ai lavori l’adagio di cui si vanta Blancpain: “Non c’è mai stato un Blancpain al quarzo. E non ci sarà mai”.

Nel corso degli anni ’80 Longines si gettò a capofitto su una soluzione di assoluta avanguardia. I tempi erano quelli dei più violenti attacchi da parte dell’Orologeria giapponese, e il periodo corrispondeva all’offensiva massiccia di LED e LCD provenienti da Hong-Kong. Assalti che fecero vacillare l’economia svizzera.

La precisione dell’orologio al quarzo mise tutto in discussione. Non si ragionò più di differenze di marcia oraria di qualche secondo, ma si iniziò a pretendere la precisione al di sotto del singolo secondo giornaliero.

A quel tempo, frequentando i più accreditati corsi di Orologeria, sia in Svizzera che in Giappone, ricordo che il consiglio era quello di regolare il trimmer di aggiustamento sulla frequenza del quarzo, in modo che l’orologio avanzasse di circa 25 centesimi di secondo al giorno.

Perché? Nella risposta sta il “tallone d’Achille del quarzo. Tutti sappiamo della sua proprietà piezo-elettrica. Se applichiamo una tensione elettrica ad una barretta di quarzo, questa inizia ad oscillare in modo costante. E la frequenza di oscillazione dipende dalle dimensioni della barretta stessa e dalla differenza di potenziale (“voltaggio”) applicata.

Il problema risiede nella Fisica.

Ma tutti questi calcoli sono prevedibili solo ed esclusivamente se anche la temperatura resta costante.

In laboratorio è sotto certi aspetti tutto molto semplice se si termostata l’ambiente. Ma nella vita di tutti i giorni la temperatura cambia per motivi naturali. Senza contare gli eventi eccezionali, oppure quando ad esempio infiliamo le mani nel frigorifero.

Regolando il trimmer in modo da avere un + 25 centesimi al giorno di aumento, si calcolò empiricamente che la marcia avrebbe dovuto risultare “grossomodo” coerente.

Ecco quindi che Longines, o meglio ETA, o meglio ancora la divisione ESA di quest’ultima, studio quello che poi si sarebbe chiamato VHP, acronimo di Very High Precision.

Si pensò di sfruttare la capacità del quarzo di reagire alle variazioni di temperatura. Nel momento in cui un secondo quarzo avvertiva una variazione di oscillazione, inseriva automaticamente un circuito correttore che andava a regolare il quarzo campione di frequenza.

In realtà il sistema VHP non ebbe il successo sperato, ma bisogna ammettere che funzionava egregiamente.

Restano sul mercato secondario ancora alcuni di questi Longines, e per un appassionato collezionista averne uno in bacheca potrebbe essere anche simpatico.

Attualmente la maison ha rinverdito il sistema creando una linea che riprende i gloriosi VHP del 1984.

Esistono alcuni primati su Kickstarter, la nota piattaforma di crowfounding internazionale, che parlano Italiano.
E’ il caso dell’Orologio Nereide GMT che il Team di Meccaniche Veneziane ha lanciato lo scorso 1°Settembre 2018 raggiungendo l’obbiettivo fissato in soli 30 secondi e raccogliendo oltre 300.000Euro in meno di 180 minuti frantumando ogni precedente record.
Ricordiamo che la campagna durerà ancora sino al 1°Ottobre.
Il Meccaniche Veneziane Nereide GMT visto da vicino

Il Meccaniche Veneziane Nereide GMT visto da vicino

Meccaniche Veneziane è un Start Up innovativa nata dalla collaborazione tra 2 giovani fratelli formati tra le Università di Venezia (la Cà Foscari)e quella di Melbourne.
(altro…)
Un Orologio Kamawatch

Un Orologio Kamawatch

I Camaleonti sono una famiglia di rettili squamati appartenenti al sottordine dei Sauri.
Sono contraddistinti da numerosi elementi peculiari: la capacità di mutare colore, la lunga lingua retrattile e appiccicosa con cui catturano gli insetti, e i grandi occhi che possono ruotare l’uno indipendentemente dall’altro
Non è casuale che, dovendo parlare degli Orologi Kamawatch, si ricorra a Wikipedia per meglio comprendere la natura di questi unici e singolari rettili (alquanto innocui) capaci di mutare il proprio aspetto e colore per mimetizzarsi al meglio.
l'Orologio Kamawatch

l’Orologio Kamawatch

Sicuramente l’ispirazione per ‘battezzare’ una singolare collezione di Orologi è giunta da questo accostamento,
singolare e ben diverso il motivo che ha invece portato ed ispirato la nascita di questi segnatempo.
(altro…)
Gli Eurofighter dell'Aeronautica Militare Italiana

Gli Eurofighter dell’Aeronautica Militare Italiana

 

Quali orologi indossano i piloti dell’Aeronautica Militare Italiana?

Sono in molti, tra piloti, aspiranti tali e appassionati del volo, a cercare online e tramite i social questa informazione; ebbene, c’è una sola risposta precisa a questa domanda: Orologi Calamai!

Dal 2016, infatti, il brand è diventato, con onore e orgoglio, il Fornitore Ufficiale dell’Aeronautica Militare Italiana, entrando a far parte della storia dei piloti militari.

Il giorno in cui si riceve il brevetto di pilota – spiega Francesco Calamai, fondatore del brand – è un giorno indimenticabile, che si può equiparare a pochi altri nella vita. E’ un giorno in cui prevale l’orgoglio di far parte di un’Arma e di indossarne i simboli di appartenenza come la divisa azzurra e l’Aquila Turrita.

(altro…)

Made, e Damaged, in Italy!

Gli Orologi Out of Order sono realizzati, e danneggiati, nel Bel Paese.

 

Gli Orologi Out of Order

Gli Orologi Out of Order

 

Per quanto riguarda il Made, il brand nasce nel Febbraio 2013 nelle vicinanze di Venezia, con già chiara l’idea di andare fuori dall’ordinario; per quanto concerne invece il Damaged…sì, si intende proprio “danneggiati”, vale a dire che gli orologi sono invecchiati a regola d’arte per fargli avere fin dalla nascita un’incredibile allure vintage, affascinante e ricercata, senza che la qualità ne venga compromessa.

A renderlo possibile è un delicato processo realizzato dalle mani sapienti di tecnici esperti, ed è un lavoro artigianale che rende unico e irripetibile ogni pezzo.

(altro…)

Un Orologio Calamai al Polso

Un Orologio Calamai al Polso

 

Il binomio inscindibile Pilota-Orologio da polso è iniziato durante la Prima Guerra Mondiale, che impose di combattere anche nei cieli.

I primi piloti militari ebbero la necessità di avere un segnatempo con sé che li aiutasse sui voli a lunga distanza, durante gli avvistamenti e i combattimenti. Da tasca, o già da polso, l’importante era che fosse uno strumento robusto, preciso, di immediata leggibilità e affidabile.

In pochi decenni avvenne il perfezionamento di tali orologi, che furono armati di casse robuste, vetri avvitati dall’interno, guarnizioni impermeabili; furono sottoposti a controlli sempre più minuziosi, per essere pronti a resistere ad urti, temperature estreme e decompressioni improvvise della cabina di pilotaggio.

 

Un Orologio Calamai

Un Orologio Calamai

 

La continua ricerca ingegneristica si rivelò decisiva e da allora gli orologi militari sono rimasti i modelli più all’avanguardia.

Nessuno di questi segnatempo, tuttavia, racconta più di quelli creati da Francesco Calamai i grandi piloti del passato; nessun orologio ha una storia così intensa alle spalle che, da familiare, diventa universale.

Gli Orologi Calamai sono strumenti, ma anche leggende.

 

Se la Tua Domanda è Dove Comprare un Orologio Calamai? chiama (o manda un WhatsApp al 3472536784) o in alternativa invia una mail a info@limbiatiorologeria.it.

(altro…)

Orologio Sector 340 Chrono EXT Uomo R3271934045

Orologio Sector 340 Chrono EXT Uomo R3271934045

 

‘Chiamatelo pure l’Ultimo Svizzero’

Visto cosi può sembrare il titolo di un film la cui trama andrebbe tutta inventata.

Nella realtà vi vogliamo parlare di uno degli ultimi Orologi Sector nati permettendosi la dicitura Swiss Made su una porzione del Quadrante.

C’era una volta’ la tentazione di Sector Orologi di realizzate prodotti con standard qualitativi volti all’eccellenza.

(altro…)

Orologio da Tasca con ripetizione ore e quarti con calendario sul retro

Orologio da Tasca con ripetizione ore e quarti con calendario sul retro

 

L’Orologio che sottoporremo alla Vostra attenzione è un modello da Tasca in Oro che mostra tutto il suo valore ancora prima di essere sottoposto ad un importante restauro.

Non sovente si ha sotto gli occhi un Orologio così antico; porta con disinvoltura i suoi 120 anni e forse anche qualcuno in più.

Curioso,  ma non più di tanto, non avere nessun marchio riportato sul quadrante.

(altro…)

Quando il lusso si chiama qualità

Se in ambito artistico o estetico il lusso solitamente si abbina alla qualità, quando si valuta l’aspetto tecnico non sempre l’equivalenza è così scontata.

Anzi, non sono rare le occasioni in cui la grande griffe viene accolta sul mercato degli esperti di settore con una certa diffidenza.

Nello stesso tempo, però, gli appassionati più evoluti e gli addetti ai lavori sono al corrente circa quei brand che hanno fatto della qualità la loro unica ragione d’essere.110715-Heritage-Spirit-Perpetual-Calendar-3

Montblanc è certamente un marchio che ha guadagnato sul campo la considerazione di cui gode, e dimostra con i fatti il proprio diritto di porsi all’attenzione del pubblico competente.

Una delle prime preoccupazioni del marchio conosciuto soprattutto nel campo degli strumenti di scrittura, quando anni e anni orsono si è affacciato sul mercato orologiero, è stato quello di acquisire il know-how.

E non è stata certo un’operazione d’immagine, ma una vera e sostanziale azione tecnica. Montblanc ha acquisito Minerva, una delle più antiche e prestigiose fabbriche di movimenti di altissima qualità.

Da queste basi nasce la legittimità di fondo, e le velleità di un brand che sta sempre più penetrando nel cuore e nella razionalità degli esperti.

Ci soffermiamo oggi su un segnatempo certamente emblematico. Si tratta di un calendario perpetuo, e precisamente del modello Heritage 110715.

La scelta è dettata dalla suggestione di un orologio che racchiude in sé gli ambiti segreti delle “complications horlogère”, ma anche del fascino di una misurazione del tempo che segua il corso astronomico.

Certe complicazioni sono oggi assoggettate alla portata di chiunque possieda un apparecchio elettronico. Ma il fascino della conquista meccanica del Tempo è sicuramente qualcosa che non tramonterà.

Il calibro MB 29.15 si presenta con l’esternazione di tre contatori e un fasi lunare. Ma affida al quadrantino centrale, quello posto nei pressi di ore “12”la doppia funzione di segnalatore del mese e dell’anno.

In questo modo, grazie ad un prezioso virtuosismo tecnico, provvede a caricare un meccanismo che sarà pronto a scattare ogni quattro anni per aggiungere al solo mese di febbraio il 29 e saltuario giorno.

A lato e poco spostati verso il basso, gli altri due contatori provvedono a indicare giorno della settimana e data, ma sono strettamente subordinati al primo. Perché in base alla valenza di mese e anno si mantengono sulla corretta posizione.

Per chiudere un cerchio perfetto, ecco le fasi lunari in corrispondenza di ore “6”, col loro ciclo che si differenzia da quello mensile e non si stanca di farci conoscere in tempo reale forma e dimensioni del nostro satellite naturale.

Il calendario perpetuo è una delle conquiste più celebrate della storia dell’Orologeria.

Un gioiello di tecnologia che vanta anche pregi di perfezione. Tanto è vero che si fregia di aver ottenuto il certificato “500 ore” al quale la maison subordina tutti i suoi pezzi pregiati.

Sintesi di eleganza ed esclusività, Montblanc Heritage 110715 si è affermato come un “unicum” del comparto, per quanto riguarda l’accostamento della classe alla tecnologia micro-meccanica e alla qualità.

 

 

https://www.gioielleriacannoletta.it/prodotto/orologio-montblanc-110715-heritage-spirit-perpetual-calendar/

Una celebrazione del coraggio, un omaggio ai valori, alla patria e a quei territori dove l’eroismo si esprime e si manifesta come un altissimo ideale.

E’ ciò che rappresenta e che include nel suo stesso Dna l’ Orologio III Legio Crono Kabul 30 A, uno dei modelli più belli e rappresentativi del brand di Orologi Militari, nato nel 2009 e diventato nel 2013 “L’Orologio Militare Italiano” per eccellenza, scelto dai migliori Reparti Militari Italiani impegnati in missione o in esercitazione.

 

Orologio III Legio Crono Kabul 30A

Orologio III Legio Crono Kabul 30A

 

30 A” è un codice noto tra i membri dell’esercito: indica l’incarico di fuciliere assaltatore, il ruolo più esposto e coraggioso in caso di impiego sul campo di battaglia. “30” fa proprio riferimento al fatto che la vita media di questi eroi in caso di attacco è di 30 secondi.

(altro…)

Orologicamente.it è un progetto di Cannoletta Antica Gioielleria 01589530086 & Limbiati Orologeria Sesto Calende ( VA ) P.IVA 01816590127
Top