Bulova Mechanical 96A120, grinta e prestigio

Bulova 96A120 con finestrella sul bilanciere

Con la nuova Collezione Mechanical, Bulova rivendica prepotentemente le sue tradizioni di marca storica dell’Orologeria.

Nel corso della sua glorioso passato il brand del diapason ha attraversato più volte l’Atlantico in un continuo palleggiare tra la sponda europea e quella americana, grazie alla sua identità prettamente tecnologica.

L’anima profondamente svizzera di Bulova, emerge però ogni qualvolta si tratta di conciliare la qualità meccanica dei segnatempo prodotti e un’estetica accattivante.

Nel caso di Bulova 96A120 colpisce anche l’originalità nella scelta del colore, che, lungi da essere ardito, accompagna con eleganza l’apertura sul bilanciere, confermando la particolarità del modello.

L’insieme estetico è quindi molto gradevole ed emana quella grintosità tipica degli orologi di prestigio.

Soffermandoci ancora sull’apertura che consente la visione del bilanciere sul lato quadrante, occorre dire che si tratta di un effetto tutt’altro che banale.

Per ottenerlo è necessario operare degli interventi pesantemente modificati della plattina, e pertanto lavorare attentamente con intagli precisi atti a non creare scompensi.

Sono tecniche che esaltano la preparazione di progettisti e mastri-orologiai, il tutto per ottenere risultati che esulano dal solo pregio estetico.

Bulova 96A120 presenta un doppio cerchio di apertura, con il primo a cavallo tra i due contatori, e il secondo che funge da sfondo al quadrantino dei secondi continui.

La parte superiore del quadrante, che è caratterizzato da un colore tra il marrone e il bordeau veramente piacevole, è molto ben rifinita con lavorazione a “clous de Paris”, e fa bella mostra di sè anche la testa di una vite, che aumenta l’accezione tecnica di questo modello.

Il movimento è ovviamente un meccanico svizzero a carica automatica,