Casio G-Shock protagonista su Corriere Orologi.

E’ un elogio alla tecnologia che protegge un Orologio anche alla cadute da 10 metri quello riservata, citando il Mondo di Casio G-Shock, dal Corriere Orologi, l’inserto del Corriere della Sera di Giovedì 29 Novembre 2012.

Tecniche, Protagonista e Novità che dedica un intero pezzo a Casio G-Shock ricordandone la loro indistruttibilità.

Grazie al Sistema G-Shock il segnatempo resiste anche agli urti più violenti“, questo il titolo riservato e dedicato a chi è alla ricerca di un Orologio dotati di sistemi capaci di far evitare danni sensibili in caso di urti.

Corriere Orologi ripercorre anche una breve storia dedicata anche a quei brevetti pioneristici che sin dal 1790 hanno inseguito questo obbiettivo.

Corriere Orologi

Corriere Orologi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Partendo da Abraham Louis Breguet ed il Suo “parachute” (poi soppiantato per gli elevati costi), ricordando il brevetto di Hans Marti ed il Suo “incabloc” sino ad arrivare alla mission inseguita da Orologi Casio : l’indistruttibilità!

Gli Orologi più resistenti che ci siano, in grado di resistere alle cadute anche da una altezza di 10 metri oltre che capaci di una pressione esterna di circa 10 bar.

Il pezzo poi corre sino alla Tecnologia Triple G Resist, quella che gli Amici di questa Community ricordano legata ai modelli della Serie Gravity Defier.

Ci arriva ricordando la forza centrifuga che subiscono i Pilota di Formula 1 nell’affrontare le curve ad alta velocità o dai pilota dei caccia militari in volo.

La tecnologia TRIPLE G RESIST è concepita per resistere alle vibrazioni, agli urti ed all’accelerazione di gravita di un corpo in condizioni di caduta libera. E’ in grado di sopportare sino a 15G e utilizza un materiale simile al gel che consente di attutire gli urti. La lunetta funge anche da protezione per offrire maggiore resistenza agli urti. Sul retro c’è il logo del brevetto TRIPLE G RESIST inciso sul metallo martellato, che conferisce un aspetto di robustezza.”

Il pezzo poi chiude ricordando altre tecnologie legate al Mondo di Casio Orologi: la Smart Access, la Tough Solar e la Wave Ceptor con particolare attenzione alla prima, la più nuova ed avveneristica.

“L’interrutore a corona viene adibito per altre funzioni principlamente come comando Smart Access per operazioni di bloccaggio e rilascio affidabili garantendo la massima praticità d’impego per i piloti e non solo. Per questi apolidi sempre in viaggio basta ruotare l’interruttore a corona, per selezionare l’ora di diverse Cittò del Mondo. Inoltre premendo l’interrutore è possibile passare da Ora Locale a World Time e viceversa, oppure visualizzare istantaneamente il tempo universale coordinato (UTC)”

La chiusura poi ricorda come la produzione in grandi quantità dei dispositivi anti-shock ne ha ridotto talmente i costi rispetto agli inizi che oggi possono essere incorporati senza ripercussioni “choccanti” sul prezzo finale.

La frase che ci ha più colpito?

La mission di Casio è quella dalla industruttibilità, una aspirazione per avvicinarsi alla stessa eternità del tempo scandito