Orologio Casio G-Shock GPR-B1000

Casio G-Shock GPR-B1000

Casio G-Shock GPR-B1000

 

Casio G Shock GPR-B1000: l’orologio da polso definitivo!…di Giacomo Tallevi

 

Anno 2018, Gennaio, Las Vegas, Consumer Electronics Show, la fiera d’elettronica più conosciuta al mondo.

Orologi Casio ha pensato di sfruttare l’occasione per presentare un nuovo, piccolo-grande gioiello tecnologico: il Casio G-Shock GPR-B1000.

Un nome, o meglio una sigla che scritta così significa poco e niente, ma in realtà si tratta di un nuovissimo orologio da polso facente parte della serie Rangeman.

 

Orologio Casio G-Shock GPR-B1000

Orologio Casio G-Shock GPR-B1000

 

Casio G-Shock e Rangeman sono due parole che fanno alzare le antennine a tutti gli appassionati di gite outdoor, sia che si tratti di escursioni avventurose, passeggiate più o meno impegnative o semplicemente uscite domenicali fuori città.

L’Orologio Casio GPR-B1000 rappresenta una rivoluzione per il produttore e un solido punto di partenza per tutti i suoi futuri orologi multifunzione.

Rispetto al predecessore, il Casio G-Shock GW-9400, il nuovo Rangeman aggiunge importanti funzionalità mai viste prima d’ora tutte insieme in un Orologio Casio, né in un Casio G-Shock, nè tantomeno in un Casio Pro-Trek.

 

L'Orologio Casio G-Shock GPR-B1000 visto da vicino!

L’Orologio Casio G-Shock GPR-B1000 visto da vicino!

 

Andiamo al sodo. Questo Casio GPR-B1000 è il primo Orologio Casio ad avere un sensore GPS, integrare la tecnologia Bluetooth, un display LCD.

Non solo, è il primissimo dispositivo a disporre di un sensore della temperatura in grado di operare fino a una minima di -10°C, ma tuttavia gli altri sensori restano operativi anche a temperature molto più rigide, fino a -20°C.

Altra grande novità riguarda il GPS e la possibilità di connettere l’orologio tramite Bluetooth e app dedicata ad uno smartphone.

 

Il Fondello del Casio G-Shock GPR-B1000

Il Fondello del Casio G-Shock GPR-B1000

 

Il Casio G-Shock GPR-B1000 non lo si può definire un vero e proprio smartwatch, tuttavia questo Casio G-Shock è alimentato ad energia solare grazie all’ormai celebre tecnologia Casio Tough Solar.

Cosa significa? Il Rangeman in questione nel caso in cui si stia svolgendo un’attività in luoghi particolari dove è richiesto il monitoraggio continuo della posizione in tempo reale non si troverà in difficoltà garantendo un utilizzo continuativo del GPS fino ad un massimo di 33 ore.

Non solo, sono sufficienti 4 ore di esposizione alla luce solare per garantire un’ulteriore ora di utilizzo.

 

Dettagli Funzionali del Casio G-Shock GPR-B1000

Dettagli Funzionali del Casio G-Shock GPR-B1000

 

Inoltre, grazie all’app dedicata (disponibile sia per tutti gli iPhone con iOS 10 o successivi e tutti gli smartphone con Android 6.0 o successivi) è possibile rivedere a ritroso il percorso effettuato e poter tornare al punto di partenza anche laddove non ci siano facili punti di riferimento. Infatti, si possono memorizzare fino a 60 “check points”.

Il Casio Rangeman GPR-B1000 ha un’anima G-Shock e il generoso spessore di 20mm gli permette di resistere a forti urti, a sporco, alla polvere e di essere impermeabili fino a 200 metri (teorici) di profondità!

Non è finita qui: per la prima volta un Casio G-Shock potrà essere ricaricato anche via wireless tramite un’apposita basetta che garantirà una carica più rapida della batteria, qualora non si abbiano a disposizione tante ore di luce per ricaricare la batteria.

 

Il Casio G-Shock GPR-B1000

Il Casio G-Shock GPR-B1000

 

Infine, non mancano il sensore di pressione utile sia per prevedere l’andamento climatico ma anche per misurare l’altitudine a cui ci si trova, il sensore di direzione, 4 allarmi giornalieri di cui uno con funzione snooze, cronometro fino a 1000 ore, conto alla rovescia a partire da 24 ore, calcolo dell’ora di alba e tramonto.

Insomma il Casio Rangeman GPR-B1000 rappresenta un’evoluzione enorme per tutta la linea degli Orologi Casio perché è il primo e unico dispositivo che si può considerare quasi uno smartwatch in quanto si può interfacciare con gli smartphone senza avere un sistema operativo vero e proprio al suo interno.

Di certo c’è che non si è mai visto un G-Shock così smart come questo GPR-B1000.

Promosso quasi a pieni voti. Quasi, perché 799 euro sono davvero tanti.