Category | Tag Heuer

Tag-Heuer Carrera, lo spirito Vintage

Anche il 2015 è caratterizzato dal forte impatto che Tag-Heuer imprime al mercato con le sue creazioni.

c0b84be92f6542fef42b5c0fcfa85f4c809e7a82Quest’anno il marchio mette in evidenza l’immagine iconica di Carrera, una delle sue linee di maggior successo, interpretata, con grande soddisfazione degli appassionati del marchio, nella sua accezione Vintage.

Ed ecco che a catalogo spiccano per bellezza i nuovissimi cronografi Calibro 18 o i solo tempo Calibro 6.

Sono solo due delle creazioni che la maison ha presentato a Basilea, ma sono emblematiche dell’impegno di Tag-Heuer, in perfetto equilibrio tra tecnologia e tradizione. E questa posizione di compromesso viene sintetizzato dal contrasto dei colori che caratterizzano i due modelli: argento e nero per il crono, e argento e blu nel solo-tempo.

Le colorazioni contribuiscono non poco alla sobria eleganza dei due orologi che sono equiparati nel modo di evidenziare cromaticamente i contatori e il rehaut.

L’unica concessione extra la troviamo sul calibro 6, che presenta tre piccole disgressioni in rosso.

Le casse sono quanto di più suggestivo si possa avere in Orologeria, in quanto ispirate a quelle originali degli esemplari degli anni ’60, e sono così ben riprodotte che la maison ha pensato di “premiarle” imprimendo sul quadrante il logo storico “Heuer”.

Siamo di fronte quindi a originali riprodotti ufficialmente ma che beneficiano delle moderne tecnologie che il brand ha introdotto nei propri modelli, e che li rendono inconfondibili per estetica e affidabilità, e in questo campo Tag-Heuer Carrera non ha mai fallito.

Continua A Leggere →

Tag-Heuer e Google insieme per lo SmartWatch

L’annuncio è stato dato a Basilea in occasione dell’apertura dell’edizione 2015 di Baselworld, ed è uno di quelli che scuotono i mercati.

Tag-Heuer e Google hanno annunciato di aver raggiunto l’accordo per la produzione dello Smart-Watch del leader della ricerca sul Web che sarà basato su piattaforma Android.

tag_heuer_logo_2539Era nei fatti la notizia che il mondo della tecnologia attendeva da tempo, vista la politica di estrema discrezione adottata da Google sull’argomento, e che non mancherà di avere ripercussioni sul comportamento di grandi aziende impegnate in campo tecnologico quali ad esempio Apple, Sony e Samsung, solo per citarne alcune.

Tag-Heuer entra così da trionfatore anche nel campo della tecnologia a 360°, dopo aver primeggiato ed essere tuttora il paladino della tecnica orologiera del terzo millennio.

La scelta di Google è stata evidentemente e positivamente influenzata dalla grande verve realizzativa del marchio elvetico, il quale negli ultimi anni ha più volte superato ogni record e abbattuto ogni barriera con le sue sorprendenti proposte in campo orologiero.

Vanno ricordati prima di altri, ad esempio, il Monaco V4, primo orologio con trasmissione a cinghie, oppure il Pendolum, al momento unico orologio meccanico senza spirale.

Tag-Heuer è inoltre rinomata per essere la maison orologiera più attinente al campo dei motori e alle tecnologie d’avanguardia conseguenti (non per nulla TAG è l’acronimo di Tecnique d’Avanguarde).

Il marchio ha infatti “lasciato” a brand più tradizionali il cronometraggio della Formula 1, trattenendo per sé, solo per motivi storici e di Tradizione il GP di Monaco, e si è dedicato alla ben più gratificante attività di Cronometrista e Time-Keeper della Formula E, il nuovo campionato in cui sono impegnati grandi protagonisti e piloti della Formula 1, che è iniziato quest’anno e che riguarda la competizione delle auto elettriche, ormai velocissime e molto performanti.

L’accordo con Google stabilisce l’alleanza tra due super-potenze e l’unione di intenti di grandissimi protagonisti dei nostri giorni, forse i più adatti per introdurci nel Futuro.

Dalle pagine di questo blog non mancheremo di informarvi.

Continua A Leggere →

Tag-Heuer: don’t crack under pressure

In attesa delle grandi novità di Baselworld, ormai imminente, ecco un video ufficiale di Tag-Heuer, che ribadisce l’assoluta simbiosi di questo marchio storico con il mondo delle corse motoristiche e con la velocità in generale.

È sufficiente cliccare sull’immagine per far partire questo suggestivo video che ci ricorda successi, imprese storico-sportive e testimonial importanti che con Tag-Heuer hanno fatto la storia delle corse automobilistiche.

Come abbiamo potuto constatare, no esiste probabilmente al mondo un marchio che abbia un’attinenza così forte con il mondo dell’alta velocità.

I suoi ricorsi storici sono insuperabili, ma ancor più lo sono le prospettive future, visto che Tag-Heuer si è legata col mondo nascente e prorompente della Formula E, il settore di sviluppo e ricerca, ma soprattutto agonistico delle nuove e performanti Automobili Elettriche, che hanno ormai raggiunto grandi velocità e lunga autonomia.

Tag-Heuer conferma in questo modo la sua grande capacità di Ricerca. La stessa che l’ha portata a vincere ancora quest’anno il prestigioso riconoscimento della rivista L’Orologio come “Orologio dell’Anno” per il settore dell’Alta Tecnologia, con il suo Monaco V4 Tourbillon.

Il Catalogo di Tag-Heuer, sarà arricchito sicuramente dalle prossime novità della Fiera di Basilea, ma può contare sicuramente sulla tradizione dei grandi successi, che troviamo nelle Collezioni, Monaco, Carrera, Aquaracer, ma che vengono rinnovate da tutto l’insieme dell’offerta Tag-Heuer e che ne fanno il leader indiscusso e incontrastato dell’Orologeria Sportiva di alta qualità e prestigio.

Tag-Heuer: il Lusso Orologiero per chi ama lo Sport, e non cede alla pressione.

Continua A Leggere →

Tag-Heuer, over the top

Una carrellata di capolavori

 

Anche se solitamente siamo molto cauti con i giudizi, non abbiamo trovato un modo meno enfatico per titolare questo articolo relativo agli ultimi sviluppi di Tag-Heuer, il quale sta letteralmente aggredendo il mercato orologiero nel settore dell’Alto di Gamma e del Lusso con creazioni che hanno sinceramente dell’incredibile.

Questo post, quindi, diviene anche una panoramica su quanto di meglio l’Orologeria Meccanica può offrire in questo particolare momento di grazia di alcune maison, che in virtù della loro dinamicità sembrano non risentire della crisi incipiente, e che anzi si espandono e affermano la loro immagine con realizzazioni concrete.

Il progetto del lancio del brand nell’universo dei “concept-watch”, intrapreso qualche anno orsono, ha dato immancabilmente i suoi frutti, che ora vengono raccolti attraverso la presentazione di modelli che hanno modificato e migliorato l’intero comparto in modo sostanziale.

La mission di Tag-Heuer era quella di cambiare radicalmente il modo di concepire un orologio, partendo dalla trasmissione dell’energia meccanica al ruotismo, fino addirittura all’organo oscillatore, ovvero il bilanciere.

Passiamo brevemente in rassegna questi capolavori della meccanica.

Tag-Heuer Monaco V4

Tag-Heuer Monaco V4 (a sinistra da tergo per evidenziare la carica lineare

Tag-Heuer Monaco V4 (a sinistra da tergo per evidenziare la carica lineare

Una prima prova del successo dell’ambiziosa iniziativa si è avuta già qualche anno orsono, con la presentazione del Monaco V4, ovvero il primo orologio che trasmette la forza al meccanismo attraverso un sistema a cinghie, esattamente come nei motori, il mondo di ispirazione di base della maison.

L’idea fu accolta sulle prime con scetticismo da parte dei competitor, ma successivamente si è affermata in modo clamoroso, fin dalla prima apparizione sul mercato.

Il movimento si avvale di un sistema di ricarica automatica di tipo lineare, che consiste in una massa oscillante che “viaggia” su due binari e quindi non sfrutta il classico sistema a rotore.

Monaco V4 è dotato di due coppie di bariletti (da cui il nome V4), con cinghie di trasmissione dello spessore di mm. 0,07.

Prodotto per la prima volta nel 2004 come concept-watch, questo fantastico segnatempo fu insignito del prestigioso Red Dot Design Award, per poi entrare in catalogo nel 2009.

Oggi Monaco V4 è prodotto in una serie limitata e numerata di soli 200 esemplari, interamente fabbricati e assemblati a mano nei laboratori di Alta Orologeria di Tag-Heuer a Saint-Imier e si possono acquistare su prenotazione al prezzo di Franchi Svizzeri 65.000, circa €. 52.000). Ne esiste anche una versione tourbillon prodotta quest’anno in celebrazione del 10° anniversario dell’invenzione di V4, in vendita al prezzo di Franchi Svizzeri 150.000 (circa . 120.000).

Tag-Heuer Carrera Mikrograph

Tag-Heuer Mikrograph

Tag-Heuer Carrera Mikrograph

Nel 2011, Tag-Heuer, fedele alla sua tradizione, per celebrare il cronografo manuale prodotto nel 1916 nei suoi laboratori, chiamato Mikrograph e in grado di visualizzare il 100° di secondo con la lancetta posta sul quadrante, presenta Carrera Mikrograph, ovvero il primo cronografo meccanico  da polso con precisione di lettura a 1/100 di secondo sulla lancetta centrale, la quale, ovviamente, a cronografo avviato, compie un intero giro di quadrante ogni secondo.

L’impressione destata è enorme, sia per la realizzazione tecnica che per la valenza storica di questo nuovo segnatempo.

Tag-Heuer Carrera Mikrograph è infatti dotato di due esclusivi sistemi diregolazione, ovvero quello dell’orologio, certificato C.O.S.C., a 28.800 alternanze orarie,  quello relativo al cronografo, che porta le alternanze alla misura fantastica di 360.000 ogni ora (50 Hz.).

Una versione denominata “Avant-Guarde”, dotata di un esclusivo design ispirato al Tag-Heuer Flying 1000, vincitore del Gran Prix d’Horlogerie de Geneve nella categoria Sport del 2011, è prodotta in soli 50 esemplari rigorosamente numerati.

Entrambi i Tag-Heuer Carrera Mikrograph sono vendita a Franchi Svizzeri 50.000 (circa €. 40.000) ciascuno.

Ovviamente è stata prodotta anche una versione di Mikrograph con la maggiore complication dell’Orologeria, che però di tourbillon ne ha addirittura due: il Mikrotourbillons.

Si tratta di una complicazione unica al mondo, brevettata da Tag-Heuer, con un’architettura a catena unica invece che doppia.

In questo fantascientifico orologio, il tourbillon può essere arrestato e riavviato.

Uno dei tourbillon compie una rotazione ogni minuto e il bilanciere oscilla a 28.800 alternanze orarie. Nel secondo, quello relativo al cronografo, le rotazioni sono 1 ogni 5 secondi e le alternanze arrivano a 360.000 ogni ora, con un effetto scenografico unico e eccezionale.

Tag-Heuer Carrera Mikrogirder

Tag-Heuer Carrera Mikrogirder, notare l'indicazione 10.000 a ore "12" che indica la frazione di secondo visualizzabile

Tag-Heuer Carrera Mikrogirder, notare l’indicazione 10.000 a ore “12″ che indica la frazione di secondo visualizzabile

 

Sull’onda del successo del Mikrograph, Tag-Heuer presenta l’anno successivo a Geneve, un nuovo concept-watch, ovvero Tag-Heuer Carrera Mikrogirder, il primo cronografo al mondo con precisione di lettura a ben 5/10.000 di secondo su lancetta centrale, con una frequenza di alternanze orarie pari a 7.200.000!

Per raggiungere questo risultato strabiliante, i laboratori Tag-Heuer hanno rinunciato al bilanciere quale organo oscillatore relativamente al cronografo, creando un nuovo sistema lineare in grado di raggiungere questa fantastica velocità.

Tag-Heuer Concept-Watch Carrera Mikrogirder venne insignito nel 2012 di uno degli award più prestigiosi del settore: Aiguille d’or, al Gran Prix d’Horlogerie de Geneve.

 

 

 

Tag-Heuer Carrera Mikropendulum

Immagine ravvicinata di Tag-Heuer Mikropendulum Toubillon, realizzato in un unico esemplare

Immagine ravvicinata di Tag-Heuer Mikropendulum Toubillon, realizzato in un unico esemplare

Ma, come per ogni artista, l’opera più bella è sempre l’ultima compiuta in ordine di tempo, così da Tag-Heuer fanno sapere senza remore e salutano con entusiasmo il più recente dei loro successi. Qualcosa che è destinato a stupire il mondo per anni.

Dal 1675, data dell’invenzione da parte di Huygens, l’Orologeria non ha potuto fare a meno della spirale.

Ebbene Tag-Heuer ha infranto anche questo record con la creazione di Mikropendulum, un avanguardistico cronografo con pendolo magnetico, e con precisione di lettura a 1/100 di secondo sulla lancetta centrale.

Anche in questo caso i sistemi di regolazione sono due: il primo con spirale classica a 28.800 alternanze orarie per servire l’orologio, ed il secondo che si affida ad un esclusivo sistema di magneti permanenti, i quali consentono al loro bilanciere di oscillare senza spirale alla velocità di 360.000 alternanze orarie, e che consentono al cronografo la precisione più estrema.

Tag-Heuer Carrera Mikropendulum è declinato in due versioni, da Franchi Svizzeri 33.000 e da Franchi Svizzeri 38.000 (Euro 26.500 circa e €. 30.500 circa), con la differenza dovuta alla preziosità del materiale utilizzato per fregi e lancette.

Ma per finire in bellezza ecco a voi una mini descrizione del Tag-Heuer Carrera Mikropendulum Tourbillon, ovvero il primo e finora unico orologio al mondo con due tourbillon di cui uno animato magneticamente.

Questo straordinario strumento è prodotto in 1 SOLO ESEMPLARE al mondo, disponibile al prezzo di Franchi Svizzeri 400.000 (circa . 320.000).

Le caratteristiche dei sistemi di regolazione, nonostante si stia parlando di un doppio tourbillon, sono le medesime del Mikropendulum “semplice”, dal quale si differenzia anche per il ponte dei due tourbillon che è realizzato in oro.

Questa carrellata di modelli, nonstante la loro unicità, è addirittura insufficiente per descrivere la competenza e il grado di perfezione raggiunti da Tag-Heuer, il quale utilizza il suo settore Ricerca e Sviluppo per migliorare tutti i prodotti del proprio catalogo e che raccoglie proprio per questo tutte le soddisfazioni che gli vengono riconosciute.

Spero che dopo la lettura di questo articolo ogni fortunato possessore di un Tag-Heuer sia giustamente un pochino più fiero e orgoglioso del suo prezioso segnatempo.

 

 

 

Continua A Leggere →

Tag-Heuer cronometra il futuro

Nuova sfida, nuovi orizzonti

 

Se per la maggior parte delle persone, questo è un periodo di ferie, per i tecnici Tag-Heuer l’agosto 2014 rappresenta un impegno senza precedenti, applicati come sono a preparare l’esordi di quella che anche i maggiori esperti del setoore definiscono la gara automobilistica del Futuro: la Formula E.

Spark-Renault SRT 01E, impegnata nel Mondiale di Formula E 2014-2015

Spark-Renault SRT 01E, impegnata nel Mondiale di Formula E 2014-2015

Nell’ottica dell’evoluzione tecnologica, cadono anche molti miti legati al loro tempo, e non si esclude che in un futuro abbastanza imminente, anche la gloriosa Formula 1, la competizione automobilistica per antonomasia, possa essere superata dai ritmi imposti dalle nuove ed emergenti tecnologie.

Anche l’Ambiente reclama il suo spazio, e l’interesse ad esso dovuto ha spinto ricercatori e professionisti del Marketing a ricercare nuove soluzioni.

All’avanguardia in questo concetto troviamo gli studi per la realizzazione dell’auto elettrica, la cui affermazione è vista di buon occhio sia dai produttori che dai consumatori, e ovviamente riscuote l’approvazione anche in campo economico ed ecologistico in tutto il pianeta.

Sono spinte, queste, da non sottovalutare.

E siccome il progresso tecnico, da molto tempo, marcia di pari passo con la sintonia tra laboratori e ricerca dei nuovi limiti e records, ecco che lo sport, specialmente quello legato ad una tecnologia di rilievo, gioca un ruolo fondamentale.

In questi termini deve aver pensato anche la FIA, Federazione Internazionale di Automobilismo, la quale ha promosso, con giusta enfasi e lungimiranza, il primo Campionato Mondiale delle auto elettriche, il cui primo GP andrà in scena a Pechino il prossimo 13 settembre.

E chi se non Tag-Heuer poteva essere delegato al cronometraggio ufficiale?

Cronografo Tag-Heuer CV2014.BA0794 della linea Carrera

Cronografo Tag-Heuer CV2014.BA0794 della linea Carrera

La maison svizzera ha trovato con questo nuovo, prestigioso ed esclusivo incarico, la sua giusta collocazione, quella che maggiormente esprime la sua vocazione.

Tag-Heuer è infatti il brand che meglio esprime l’immagine di una ricerca futuristica legata al cronometraggio di altissima precisione, e che comunque resta legato alla propria tradizione, ma non si ferma lì!

Si registra quindi il passaggio del marchio da cronometrista ufficiale di Formula 1, a quello di Formula E, a simboleggiare il progresso inarrestabile e implacabile, come dicevamo, anche nei confronti delle realtà più leggendarie.

Tag-Heuer resta comunque legato al mondo della Formula 1, ma unicamente attraverso la sua presenza al GP di Monaco, proprio a testimonianza di un tempo che trascorre ma che comunque non cancella totalmente.

Non a caso i nomi legati nel Passato (e anche nel Presente) alla Formula 1 e al mondo del motorismo sportivo in genere, e che ora sono attivi in Formula E sono molti e prestigiosi.

Troviamo ad esempio Aguri Suzuki, personaggio chiave del team Amlin Aguri; Michael Andretti (Andretti Autosport); Alain Prost, co-fondatore del team E.dams-Renault; Jarno Trulli, co-fondatore e pilota del team Trulli Formula E Team; il grande appassionato Leonardo Di Caprio, fondatore di Venturi Formula E Team; la Virgin di Sir Richard Branson presente con il proprio team; Audi Sport ABT e molti altri.

Ovviamente l’apporto che Tag-Heuer darà al mondo della Formula E sarà tutt’altro che simbolico.

Come si diceva, i tecnici sono alacremente impegnati a mettere a punto i dispositivi di controllo e di rilevazione ufficiali che daranno la cadenza dei record della nuova Formula E.

Le tecnologie sviluppate dalle nuove auto elettriche si ripercuoteranno presto sulla nostra vita quotidiana, abbreviando i tempi di studio, realizzazione e anche di ammortamento dei medesimi.

E allo stesso modo, da queste esperienza, come da mille altre nel suo passato, Tag-Heuer prenderà spunto per arricchire numericamente ma soprattutto tecnicamente il proprio catalogo.

Nel passato remoto, ma anche e soprattutto in quello più recente, il marchio ha potuto avvalersi delle sue ricerche per presentare prodotti come il Monaco, che è l’orologio con movimento meccanico cronografico a carica automatica realizzato per primo al mondo, nel 1969, avendo preceduto El Primero di Zenith di qualche ora alla registrazione presso l’Ufficio Brevetti.

Oppure come i più recenti V4, primo orologio al mondo con trasmissione a cinghie, o il mikrogirder, che, pur completamente meccanico è in grado di sviluppare un’alternanza oraria a 2.000 Hz.

O ancora il Pendolum, primo e attualmente unico orologio al mondo senza spirale e che avvicina fisicamente il moto perpetuo grazie ai magneti permanenti che animano il volantino del suo bilanciere ad alta oscillazione.

Questo è il Futuro: la Ricerca al servizio del vivere quotidiano. E se per raggiungere il risultato si passa anche attraverso una tenzone sportiva che infiamma gli animi e li indirizza verso una sana competizione, allora si raggiunge l’optimum.

Attendiamo quindi con ansia il 13 settembre, per godere dello spettacolo assicurato da queste nuove monoposto, che possono raggiungere velocità considerevoli, tali da appassionare gli esigenti cultori del motorismo ad altissimo livello.

Tag-Heuer, come sempre, sarà in prima fila, come in tutti gli eventi pionieristici di cultura e tecnologia ovviamente in tutti i GP programmati per la stagione di esordio 2014-2015, che saranno nell’ordine:

G.P. di Cina: Pechino – 13 settembre 2014

G.P. di Malaysia: Putrajaya – 22 novembre 2014

G.P. di Uruguay: Punta del Este – 13 dicembre 2014

G.P. di Argentina: Buenos Aires – 10 gennaio 2015

G.P. da assegnare – 14 febbraio 2015

G.P. degli U.S.A. 1: Miami – 14 marzo 2015

G.P. degli U.S.A. 2: Long Beach – 4 aprile 2015

G.P. di Monaco: Montecarlo – 9 maggio 2015

G.P. di Germania: Berlino – 30 maggio 2015

G.P. di Gran Bretagna: Londra – 27 giugno 2015.

Per l’esordio del Campionato mondiale di Formula E c’è anche un dono per i possessori della console XBox: è stato prodotto un gioco, che si chiama Forza Motrsport 5, scaricabile gratuitamente da Xbox Live marketplace.

Buon divertimento con Tag-Heuer.

 

Continua A Leggere →

Le novità Tag-Heuer a Baselworld 2014

Il CEO Stephane Linder presenta i nuovi gioielli tecnologici

 

A Baselworld 2014, Tag-Heuer ha presentato alcune importanti novità, quali il nuovo calibro di manifattura CH 80, il Monaco V4 Tourbillon, nonchè il favoloso Meridiist Infinity Phone.

Clicchiamo sull’immagine qui sotto e assistiamo ad un’intervista a Stephane Linder,  CEO della maison elvetica, che illustra dal vivo queste importanti creazioni.

Come abbiamo visto, Linder non si è limitato a illustrare gli aspetti estetici, ma è spesso sceso nel dettaglio tecnico, segno che ormai questo è il linguaggio abituale del brand, proiettato in modo inarrestabile verso la conquista piena del mercato tecnologico.

Il settore orologiero funge da apri-pista per conquiste futuristiche che stanno sconvolgendo la comune filosofia del settore.

Continua A Leggere →

Tag-Heuer Carrera WV211A.BA0787

Un Carrera all-purpose

 

Il sottotitolo di questo articolo potrebbe suscitare qualche perplessità, in quanto, secondo le opinioni comuni la linea Carrera è nata per esprimere la vocazione al lusso sportivo, tipica di Tag-Heuer. Di conseguenza, annunciare un Carrera valido “per tutti gli usi”, potrebbe addirittura apparire un ossimoro.

Tag-Heuer Carrera WV211A.BA0787, un "solo tempo" all'interno della linea "Principe" dei crono

Tag-Heuer Carrera WV211A.BA0787, un “solo tempo” all’interno della linea “Principe” dei crono

Tag-Heuer WV211A.BA0787, invece, dimostra conferma di fatto questa affermazione, in virtù non soltanto della sua grande affidabilità tecnica e la robustezza di costruzione, ma soprattutto esteticamente, andando ad “invadere” un campo che solitamente non viene battuto dalla maison.

Siamo di fronte quindi ad un orologio che esprime anche visivamente una sobria e concreta eleganza, senza rinunciare ad uno stile “maschio” e grintoso, che caratterizza tutti i prodotti di Tag-Heuer.

La forma rotonda della cassa è rafforzata esteticamente dalla bitonalità del quadrante, ottenuta attraveso la colorazione circolare in grigio-perla della sezione esterna, lasciando al centro un cerchio bianco che aiuta non poco nella lettura.

E’ all’interno di questa circonferenza, infatti, che è compresa la lancetta delle ore, mentre quella dei minuti va a terminare in lunghezza proprio sulla parte periferica della sezione grigia. Entrambe le lancette sono argentate e arricchite con super-luminova, il materiale non radioattivo in grado di rendere luminosità al buio e che consente quindi un’agevole lettura dell’orario anche in condizioni critiche di luce.

Di non poco conto e utilità anche la presenza della minutiera sul rehaut.

La scelta cromatica è stata improntata alla spartanità più spinta, senza alcun colore che esca dalla gamma di bianco, nero o grigio, anche per quanto riguarda il logo, classicamente collocato in corrispondenza di ore “12″.

Questa caratteristica conferisce un’immagine di classe a questo segnatempo che si avvale di numerose prerogative tecniche ed estetiche tali da indurre “in tentazione” anche il più sofisticato degli appassionati.

Innanzitutto va sottolineato che la presenza di un orologio “solo-tempo” all’interno della linea Carrera, non è un fatto da tutti i giorni, e che quindi questa opportunità va considerata con molta attenzione.

L’aspetto tecnico, ovviamente, eredità tutta la grande esperienza del brand, ormai lanciato oltre le frontiere dell’Alto di Gamma, in una dimensione che lo conferma tra i migliori marchi del lusso orologiero.

Il movimento è il fantastico calibro 5, meccanico a carica automatica, in grado di generare 28.800 alternanze orarie, dotato di grande equilibrio costruttivo e con una massa oscillante molto sensibile a carica bidirezionale.

Il fondello a vista consente la visione di questo movimento veramente gradevole anche esteticamente, e lascia osservare la delicata lavorazione a cote de Geneve del rotore, personalizzato con la divitura del brand, del calibro e dell’orgogliosa origine svizzera.

Seppur trasparente grazie al cristallo collocato nella porzione interna, il fondello è serrato a vite, e partecipa al risultato di un’impermeabilizzazione testata fino a 5 atmosfere che conferma la vocazione sportiva di questo segnatempo.

Il vetro superiore è in zaffiro anti-graffio, ed è dotato di una trasparenza eccezionale.

La valenza universale di Tag-Heuer WV211A.BA0787 è confermata quindi dai dati tecnici, allargando di fatto allo stile “city” più classico l’area di competenza della fortunata linea Carrera, che continua ad essere protagonista con i suoi modelli nella Storia orologiera mondiale.

Nella fattispecie, Tag-Heuer WV211A.BA0787 coctituisce un entry level appetibile e accessibile al mondo del lusso in Orologeria, destinato a mantenere inalterata la sua portabilità nel tempo grazie all’interpretazione classica ed elegante della nuova tendenza del design.

Una creazione vincente!

Continua A Leggere →

Tag-Heuer “BullHead” CAR2C11.FC6327

Insuperabile sotto tutti gli aspetti!

Stiamo parlando della nuovissima proposta di Tag-Heuer, che riprende con un solo orologio tutti i temi classici della Storia dell’Orologeria e crea un modello in serie speciale e dedicata che farà a lungo parlare di sè.

Tag-Heuer CAR2C11.FC6327 Bull-Head dedicato a Jack Heuer per il 50° anniversario della Collezione Carrera

Tag-Heuer CAR2C11.FC6327 Bull-Head dedicato a Jack Heuer per il 50° anniversario della Collezione Carrera

Tag-Heuer CAR2C11.FC6327 si colloca infatti in quella ristretta ed esclusiva nicchia di oggetti che risultano ambiti per antonomasia.

“Bull-Head” per esprimere il suo carattere prettamente sportivo, ma con una profonda connotazione romantica, questo segnatempo, equipaggiato dal celebre ed affidabile calibro 1887 di manifatturaelaborato per l’occasione, riporta indietro nel tempo, lasciando però contemporaneamente un retrogusto di novità e proiezione al futuro.

Questa dicotomia è espressa soprattutto grazie all’abilità dei designer del brand, i quali hanno voluto declinare questo gioiello in modo che non sia catalogabile in senso temporale, almeno in modo univoco.

La corona a ore “12″ denuncia una nobiltà riconosciuta esclusivamente a orologi del massimo rilievo e con caratteristiche importanti.

Elegante nel look, Tag-Heuer CAR2C11.FC6327 si esprime in modo del tutto particolare, con una classe che deriva da particolari curati con insistenza quasi maniacale.

La preziosità risulta inoltre accentuata dalla produzione in serie limitata, impreziosita a sua volta dalla dedica ad uno dei mostri sacri dell’Orologeria mondiale, quel Jack Heuer che ha fortemente simbolizzato il settore con la sua genialità.

Sul rehaut possiamo trovare le indicazioni tachimetriche e pulsometriche bitonali, e precisamente in bianco ed in rosso, che rappresentano le scelte cromatiche classiche delle grandi maison orologiere, quando vogliono trasmettere un imprinting di classe.

A questo orologio è riservata la responsabilità e l’onore di rappresentare in modo pregnante il 50° anniversario di creazione della Collezione Carrera, alla quale CAR2C11.FC6327 appartiene.

Continua A Leggere →

Tag-Heuer apre una nuova Manifattura

Tag-Heuer, il brand del lusso orologiero che maggiormente si distingue in questi ultimi anni per dinamismo e proposte, inaugura a Chevenez in Svizzera, la sua

La quarta manifattura di Tag-Heuer aperta a Chevenez

La quarta manifattura di Tag-Heuer aperta a Chevenez

quarta manifattura.

Si tratta di un evento importantissimo specie se commisurato con l’attuale momento economico mondiale, che non risulta foriero di buone notizie e nuovi investimenti.

Questa nuova apertura testimonia a favore dell’efficacia del grande progetto posto in essere dal brand di La Chaux de Fonds, il quale è cresciuto in modo esponenziale sia in importanza che in concretezza in virtù dei conosciutissimi Concept Watch che indagano a fondo sull’alternativa tecnologica all’attuale sistema di base dell’Orologeria.

Inutile negare però che la consacrazione definitiva sia arrivata con la creazione del calibro di manifattura 1887, che unisce due soluzioni tecniche di rilievo nel sistema cronografica, ovvero la ruota a colonne e il pignone oscillante.

Per la costruzione di questo calibro venne aggiunto alla fabbrica Tag-Heuer un nuovo padiglione atto specificatamente alla produzione.

La notizia di questi giorni, ovvero l’apertura della nuova manifattura di Chevenez, si colloca in simbiosi temporale con la produzione del nuovo calibro di manifattura di Tag-Heuer, ovvero il 1969.

Quest’ultimo rappresenta un ulteriore step di autonomia di Tag-Heuer, il quale avrà perciò a disposizione anche un calibro “solo-tempo” di manifattura, il quale potrà essere adatto alla tecnologia “sandwich” e quindi facilmente modificato con moduli aggiuntivi (leggi GMT, Riserva di Carica o quant’altro il brand riterrà opportuno.

Da notare quanto la maison sia attenta alla sua Storia e alla tradizione dei suoi segnatempo.

Entrambi questi calibri di manifattura sono chiamati con le cifre di anni molto significativi nella storia del brand, ovvero 1887, come l’anno della sua fondazione, e 1969 come l’anno di produzione del Monaco.

Anche questo particolare conferma la differenza di mentalità insita in Tag-Heuer nei confronti dei competitor.

I calibri non fanno riferimento ad un freddo riscontro progressivo di produzione ma a vere e proprie tappe di evoluzione.

Con questi presupposti c’è da aspettarsi da Tag-Heuer un fulgido futuro.

 

Continua A Leggere →

Tag-Heuer e Citizen in premio al Casino di Sanremo

Nel Tour Pokerstars.it

 

E’ in corso presso il Casino Municipale di Sanremo, la quarta tappa del Pokerstars.it – IPT (Italian Poker Tour) di Poker, che prevede, tra l’altro, la partecipazione di un professionista di eccezione, ovvero Luís Nazário de Lima Ronaldo, il celebre calciatore di Real Madrid e Inter.

Uno dei Citizen personalizzati Pokerstars e conferiti in premio ai giocatori

Uno dei Citizen personalizzati Pokerstars e conferiti in premio ai giocatori

L’avvio della manifestazione è stato gratificato dalla presenza di ben 877 iscritti al Torneo Mini.

La manifestazione, con 20 tornei in programma, rappresenta il penultimo appuntamento del Tour, che rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per il mondo pokeristico.

Tra i premi in assegnazione figurano anche prodotti di grande prestigio, tra cui orologi di fama internazionale.

In evidenza alcune versioni speciali di Citizen Radio-controllato e di Tag-Heuer Aquaracer, i quali sono spesso visti al polso dei professionisti del settore, e che segnano le ore felici dei giocatori.

Gli orologi sono personalizzati con il logo di Pokerstars, e costituiscono di conseguenza delle vere “prelibatezze” per gli appassionati e per i collezionisti di orologi.

Il Casino Municipale di Sanremo, oltre ad offrire un palcoscenico assolutamente degno del livello della manifestazione, costituisce uno scenario da leggenda per uno sport, come il Poker, che si sta affermando sempre più in campo internazionale.

Il 23 ottobre scorso, infatti, sempre nello stesso ambito e la medesima location, è stato disputato uno speciale torneo ad invito riservato esclusivamente ai Supernova Elite, il massimo VIP Status di PokerStars.it, e nel corso del quale sono stati assegnati i ticket per le prossime tappe dell’Italian Poker Tour e dell’imminente Italian Championship Of Online Poker.

La terza tappa dellastagione è stata disputata presso il Casinò Perla di Nova Gorica e ha visto trionfare nell’heads up finale il giocatore Claudio Di Giacomo nei confronti del Team PokerStars Pro Pier Paolo Fabretti. Al vincitore è stata assegnata una prima moneta da €. 90.000 su un montepremi complessivo di €. 436.937.

La vittoria nel Mini IPT è andata invece, per l’occasione insieme ad un assegno di €. 35.000, a Gianluca Trebbi, il quale ha eliminato in quinta posizione il Team PokerStars Online Alessandro De Michele.

Il liovello di questi tornei è crescente per la partecipazione sempre più ricca e qualificata di prestigiosi giocatori, i quali si danno battaglia per la conquista di un montepremi che assume dimensioni sempre più elevate.

Per questo motivo, la scelta di brand di prestigio quali Tag-Heuer e Citizen, testimonia circa l’appetibilità è l’immagine di questi dinamici brand, i quali rappresentano degnamente il comparto orologiero in questo scenario scintillante e sicuramente molto importante.

 

Continua A Leggere →
Orologicamente.it è un progetto di Cannoletta Antica Gioielleria 01589530086 & Limbiati Orologeria Sesto Calende ( VA ) P.IVA 01816590127
Top