Hamilton, l’America siamo noi

Si apre con questo articolo una nuova rubrica di Orologicamente, e precisamente quella dedicata a Hamilton.

In un blog di attualità orologiera la presenza di questo brand è quasi obbligatoria, in quanto rappresenta una vera e propria scuola di pensiero del settore.

Hamilton è infatti uno degli esponenti di spicco della scuola americana, ovvero quei marchi nati oltre oceano i quali hanno impresso un’impronta significativa al mercato.

Hamilton Khaki Field H69419933, orologio immagine della linea militare

Hamilton Khaki Field H69419933, orologio immagine della linea militare

Al pari di maison storiche statunitensi, alcune delle quali ridotte al rango di “nobili decadute” quali ad esempio Elgin e Buren, Hamilton è, a maggior ragione, una realtà più che mai viva, al pari di Bulova e Waltham, le quali hanno uno spazio di assoluto rilievo nella Storia mondiale dell’Orologeria.

Nella fattispecie, Hamilton è il simbolo di una Old America estremamente attuale, che propone un catalogo di assoluta importanza.

Il valore aggiunto di una distribuzione di grande rispetto, quale quella di Swatch Group, proprietario del marchio, rendono la maison una delle più appetibili sia dal punto di vista tecnico che da quello estetico.

Hamilton, per molti dei suoi modelli dispone addirittura di alcuni movimenti costruiti in-house al gruppo, e affidatigli in totale esclusiva.

Un esempio simbolico è costituito dalla linea Khaki, nata in occasione della seconda guerra mondiale per fornire lo strumento segnatempo alle truppe Yankee.

Il brand ha avuto, nel corso della sua Storia numerosissime attestazioni di stima e gratificazioni, quali ad esempio l’essere scelto già pochi anni dopo la sua nascita quale orologio ufficiale delle Ferrovie Statunitensi, o negli anni ’30 e poi ’40 come segnatempo istituzionale delle truppe americane, o figurare al polso di vere icone del mondo dello spettacolo, quali ad esempio Elvis Presley durante le riprese del film “Blue Hawaii”.

Nel settore del grande schermo, Hamilton vanta una tradizione di assoluto rilievo: lo troviamo infatti protagonista in “2001 Odissea nello Spazio”, “Men in Black”, “Arma letale 4″, “Sex and the city” e altri. Anche James Bond ha indossato nella sua carriera un Hamilton, e precisamente in “Vivi e lascia morire”.

Forte di questi riconoscimenti, Hamilton mantiene fede al suo blasone con modelli ad altissimo contenuto tecnologico e si propone come una delle marche cool del settore e rappresenta il legame ideale del gusto globale occidentale, che parte da tradizioni americane e sfocia nell’eleganza europea.