Le Signore di Longines (1. parte)

Iniziamo con questa prima puntata una rubrica dedicata alle giovani Signore di Longines.

Si tratta delle ambasciatrici nel mondo del marchio dalla clessidra alata.

Sono in un certo senso il nuovo volto del famoso brand che ha sempre saputo unire la sua classicità dovuta all’immortalità dei modelli, al dinamismo del suo spirito libero e giovane.

La prima delle Signore di cui illustreremo la carriera, è Kate Winslet.

La splendida protagonista di “Titanic” è una delle più appassionate interprete dell’o “spirito Longines”, con la sua freschezza e l’importanza dei suoi ruoli.

Kate, una delle attrici più famose e amate del jet-set intercontinentale, ha costruito la sua carriera con una scelta ben ponderata delle parti interpretate, che variano con i più diversi caratteristi e che l’hanno portata ad essere la più giovane artista ad aver ricevuto 6 nomination all’Oscar.

Ma l’aspetto che più ci interessa evidenziare è quello della Kate mamma di due splendidi bimbi: Mia e Joe, con i quali divide il suo tempo tra New York e la Gran Bretagna. Con al polso il suo prezioso Longines.

Esordisce a poco più di 16 anni nel telefilm “Dark Season” nel quale interpreta Reet, per poi divenire nel 1994 Luliet Hulme in “Creature del cielo”.

E’ l’inizio di una cavalcata che dura ancora oggi, passando da “Un ragazzo alla corte di Re Artù”, “Ragione e sentimento”, “Hamlet” (interpreta Ofelia), il già citato “Titanic” (nella parte di Rose), “Giù per il tubo”, “L’amore non va in vacanza”.

L’elenco dei film famosi girati è veramente lunghissimo, fino all’ultima fatica di “Movie 43″ (2011) ancora nella parte della Juliet Hulme del suo esordio sul grande schermo.

Da citare anche il suo film “Therese Raquin” prodotto direttamente dalla Winslet.

Winslet-Longines una simbiosi di successo.

Le immagini sono tratte da www.longines.com e filmup. leonardo.it