Longines verso il terzo secolo

Con i festeggiamenti del 180° anniversario dalla fondazione, Longines si proietta verso la chiusura del suo secondo secolo di vita, ma soprattutto ad iniziare il suo terzo secolo.

E’ un traguardo a dir poco invidiabile.

La sua storia lascia spazio a molte considerazione di carattere filosofico e commerciale, ma costituisce per gli studiosi e gli appassionati di Orologeria una vera e propria miniera di informazioni, ricordi e aneddoti.

Anche solo osservando l’evoluzione del logo di Longines, ci si può rendere conto di quanto questo marchio sia stato sempre in sintonia con i tempi, adeguandosi al gusto dei consumatori, senza mai uscire dai canoni dell’eleganza, della sobrietà e dell’esaltazione dell’estetica.

Anche le pubblicità prodotte dal brand hanno accompagnato i vari momenti storici.

Osserviamo, cliccando sull’illustrazione nel proseguio dell’articolo, il filmato promozionale creato per Longines  nel 1952 dalla Pinschewer Film-Atelier di Berna.

 

Questo tipo di comunicazione oggi, forse, farebbe sorridere, ma non bisogna dimenticare il momento storico in cui è stata proposta.

Erano trascorsi solo 7 anni dalla fine devastante per l’Europa, del secondo conflitto mondiale, e il gusto della poesia si accompagnava in ogni animo nella speranza di un dolce risveglio, fatto di pace e serenità.

I prodotti di alta gamma, ancora accessibili a pochissimi, costituivano poi un motivo in più per sognare.

Longines non ha mai fatto mancare il suo contributo alla crescita sociale e intellettuale della comunità, conscia che con il proprio prestigio ricopre un ruolo importante nella società civile.