Perché scegliere Longines?

In un panorama vasto e variegato come quello dell’Orologeria nel terzo millennio, non manca certo l’imbarazzo della scelta.

L’acquisto di un orologio può essere un gesto emozionale, perché riguarda un accessorio molto amato, ma quasi sempre è frutto di una ponderata e attenta valutazione in cui anche il subconscio partecipa attivamente. Direi una scelta scaturita dal giusto apporto di cuore e cervello.

Alla base del ragionamento c’è sempre, consciamente o inconsciamente, l’esigenza di ottenere il massimo spendendo il minimo possibile. Il che quasi mai significa voler spendere poco, ma si traduce in non buttare via denaro.

I requisiti richiesti, in Orologeria, sono diversi: tecnica, affidabilità, assistenza, tradizione, immagine.

Soffermiamoci sugli ultimi due, i meno ovvi, e scopriamo come sono correlati tra loro.

La Tradizione di un oggetto tecnologico e meccanico è sinonimo di garanzia: tutti, e dico tutti, a parità di prezzo sceglierebbero un modello conosciuto piuttosto che uno anonimo, e, diciamoci la verità, non solo in funzione della diffusione del servizio post-vendita, ma anche per il piacere di indossare un prodotto “griffato”.

Soddisfatta la relazione tra questi due requisiti, ne deriva che il parametro più rilevante assurga ad essere il “rapporto qualità-prezzo”: sarà favorito nelle nostre scelte il prodotto che riesce a darmi tutti questi requisiti al prezzo migliore.

L’ultima considerazione è quella inerente la consapevolezza: occorre essere in grado di capire la vera valenza tecnica del prodotto.

Chi non è orologiaio o appassionato tecnico della materia deve assolutamente affidarsi all’informazione e alla … percezione personale.

A questa evenntuale carenza può venire incontro Internet, ma anche, e soprattutto, la valutazione d’insieme di tutti i parametri che si è in grado di raccogliere.

Sotto questo aspetto ci si accorge che Longines emerge in modo prepotente.

Negli ultimi anni, infatti, pochi marchi hanno ricevuto così tante attenzioni tecniche e tecnologiche come la maison dalla clessidra alata.

Questa affermazione è confermata dalla cura dimostrata nei suoi confronti dal gruppo di proprietà, il colosso dell’Orologeria “Swatch Group”, il quale non ha lesinato risorse nei confronti di Longines, quali ad esempio il dedicare ad essa in esclusiva alcuni dei più recenti calibri del gruppo, che contengono complicazioni o soluzioni tecniche veramente appetibili, quali crono a ruota a colonna, sistema di visualizzazione quadri-retrogrado e così via.

Gli aspetti di affidabilità e assistenza parlano da soli e testimoniano a favore del brand, anche grazie alla Storia quasi bicentenaria e all’efficenza del servizio post-vendita.

Resta quindi da concentrarsi unicamente sulla verifica di quanto viene comunemente affermato: controllare che il rapporto qualità-prezzo di Longines sia effettivamente il più elevato in assoluto, confrontandolo con prodotti tecnicamente equivalenti di altre marche.

I Longines che possono servire da “pietra di paragone”, a mio giudizio, per le caratteristiche tecniche che nel complesso raccolgono tutte le esigenze più comuni tra i consumatori, potrebbero essere i seguenti:

1) Demi-quantieme automatico, crono, fasi lunari L2.673.4.78.3;

2) Riserva di carica automatico L2.666.4.78.3 ;

3) Subacqueo quarzo L3.640.4.56.6.

A questo punto chi ha avuto la pazienza di leggere l’articolo fin qui, possiede tutti gli strumenti idonei a scegliere la marca del suo prossimo orologio.

Scommettiamo che sarà un Longines?