Storia magistra vitae

Una delle locuzioni latine più rinnomate si adatta di fatto alla filosofia Longines ed alla sua tradizione.

“La Storia è maestra di vita”, e ci insegna che dal 1832 questa importante maison ha segnato e in parte caratterizzato il progresso della tecnica orologiaia.

Auguste Agassiz, all’esordio, propose una soluzione tecnica che all’epoca risultò straordinaria: la corona di carica.

Possiamo vedere il meccanismo nella fotografia sulla sinistra.

Ma è interessante e piacevole constatare che già nel 1850 Longines adottò lo scappamento a cilindro, mentre nel 1860 passò addirittura a quello ad àncora.

Ma la vocazione di saper unire soluzioni tecniche alla più sobria e delicata eleganza, si evidenzia già nel 1900 in occasione della mitica Esposizione Universale di Parigi, nella cui sede a Longines venne conferito il prestigioso Gran Prix per la sua “La renommée”, equipaggiata dal calibro 21.59, e che possiamo ammirare in tutto il suo splendore nella fotografia qui a destra.

Con i suoi grandi successi attuali, Longines non fa che confermare il suo glorioso passato.