Omega, una “scossa” all’orologeria

Primissimo piano del fantastico Omega Seamaster Aqua-Terra 15.000 gauss

Primissimo piano del fantastico Omega Seamaster Aqua-Terra 15.000 gauss

Gli addetti ai lavori nel settore orologiero sanno benissimo che Omega è l’unico brand che negli ultimi anni ha pesantemente modificato i canoni tecnici standard del settore, inserendo innovazioni che hanno sostanzialmente mutato un concetto di base che era rimasto immobile per più di due secoli, ovvero dall’introduzione del Tourbillon da parte di Abraham-Louis Breguet.
Nel 1993 George Daniels, genio dell’Orologeria, uno dei pochi “sognatori” in grado di produrre un orologio completo partendo dalla materia metallica, ideò un tipo rivoluzionario di scappamento, che propose ai maggiori marchi manifatturieri.
Di tutti soltanto Nicholas Hayek, “proprietario” di Swatch Group, e grande intenditore, ne ravvisò le peculiarità rivoluzionarie.
Da allora e fino al 1999 il reparto Ricerca & Sviluppo di Omega lavorò a questo prodotto assiduamente, e fu così che nacque lo scappamento coassiale, primo passo avanti dell’Orologeria dopo 220 anni di perfezionamento ma non di innovazione sostanziale.
Oggi Omega propone un altra interpretazione epocale dell’Orologeria: il calibro 8508 dotato di scappamento coassiale, spirale libera in silicio 14, in grado addirittura di resistere ad un magnetismo di 1,5 Tesla, ovvero 15.000 Gauss!!!
Si tratta di un vero e proprio “schiaffo” al mercato e ai competitor, in quanto inferto in un campo che è sempre stato “sofferto” dal settore: quello dell’antimagnetismo.
La novità sconvolgente è che Omega non propone semplicemente un orologio antimagnetico, come ad esempio Millgauss di Rolex, il quale è protetto da un involucro in ferro dolce (con un grado di resistenza al magnetismo, tra l’altro, sensibilmente inferiore), ma addirittura un calibro, e precisamente 8508.
E’ un a-fondo tremendo inferto al mercato in genere, in quanto dalla sede della maison hanno recentemente ufficializzato la notizia che entro il 2017 tutti gli Omega saranno resistenti fino a 15.000 Gauss.
Debellando il fenomeno del magnetismo, dopo aver sconfitto quello degli attriti fisici grazie allo scappamento coassiale e delle interferenze meccaniche in virtù del brevetto della spirale in silicio unita al sistema di spirale libera, Omega ha in pratica risolto tutti i problemi legati alla Fisica che hanno assillato il mondo orologiero fin dalla sua nascita, e che hanno visto impegnati in questa gara intellettuale tutti i maggiori genii della Storia, e moltissimi scienziati e vincitori di Premio Nobel.
Omega 15.000 Gauss è stato oggetto di una presentazione molto suggestiva durante la recente Fiera di Basilea, in cui questo rivoluzionario orologio è stato messo a confronto con i maggiori competitor del settore, sottoponendo tutti i segnatempo ad una convincente prova dal vivo sotto l’influsso di magneti sempre più potenti.
Naturalmente ad uno ad uno tutti gli altri orologi si sono fermati in rapida successione, compreso, come si diceva, il Rolex Millgauss. Solo Omega 8508 15.000 Gauss ha superato questa misura senza esitazioni o incertezze di sorta, il che autorizza Omega ad aggiungere il segno “>” (“maggiore di”) davanti all’indicazione “15.000 Gauss”.
Omega 8508 equipaggia per il momento un orologio della collezione “Aqua Terra” di “Seamaster”, e si presenta in una veste molto sobria, elegante e professionale, che immediatamente dichiara visivamente le proprie eccezionali peculiarità attraverso la lancetta dei secondi cromaticamente a corpo d’ape, e con gli inserimenti molto piacevoli di giallo sul quadrante.
Ulteriori informazioni sul fantastico Omega Aqua Terra Seamaster 15.000 Gauss possono essere richieste a Cannoletta Antica Gioielleria di Via Matteotti 7 a Sanremo, telefonicamente al numero 0184.504440, oppure via email