Calibro L688, esclusivo per Longines.

Un altro importante passo di Longines verso un calibro di manifattura.

Probabilmente dalla maison smentirebbero queste affermazioni, ma le parole del Direttore Longines Walter von Kånel lasciano ampio spazio a queste proiezioni.

La politica adottata per il cronografo ruota a colonne presentato nel 2009 e immesso recentemente sul mercato testimonia a favore di una marcia di avvicinamento per un ritorno col “botto” della casa dalla clessidra alata con un proprio calibro in-house, come molti collezionisti e appassionati auspicano.

A catalogo attualmente troviamo un assortimento completo di modelli equipaggiati con L688, quali ad esempio le referenze L2.749.4.72.2, con cassa in acciaio e preso quasi a simbolo degli ultimo Roland Garros di Tennis, L2.742.8.76.2 il suo omologo con cassa in oro, e L4.754.4.72.4 l’ultimo nato con sistema di lettura di 1/8 di secondo sulla suggestiva scala Vernier.

Riporto qui di seguito le dichiarazioni di von Kånel, riportate su “Longines.info”, l’advertising cartaceo della maison su cui appare un logo che annuncia L688 come movimento esclusivo Longines:

“Nel 2009 abbiamo presentato un orologio con movimento-cronografo automatico esclusivo, munito di ruota a colonna per comandare le funzioni del dispositivo di misurazione degli intervalli di tempo.

Lo sviluppo di questo movimento inedito, affidato alla società ETA (n.d.r.: che fa parte del colosso Swatch Group come Longines), è stato commissionato e finanziato da Longines.

Nel 2010 Longines ha immaginato nuove declinazioni per questo calibro d’eccezione che offrono un confort d’uso eccezionale. Questi cronometri rivisitano i meccanismi di misurazione del tempo sviluppati da Longines nel corso della sua storia.

Queste creazioni rispondono ai continui cambiamenti dei gusti in materia di orologi, alla crescente popolarità dei cronografi meccanici e all’attrazione per i dispositivi orologieri tradizionali. I cronografi con ruota a colonne rispondono a questa ritrovata sensibilità emersa nel panorama orologiero. Rientrato a far parte della famiglia degli strumenti di misurazione del tempo creati da Longines dal 1878, questo calibro rappresenta l’incarnazione contemporanea della ricca tradizione di cui siamo gli eredi”.

Parole chiare e a mio parere inequivocabili che mal celano un progetto di fondo che, sempre a mio modesto avviso, prevede l’affacciarsi di Longines alla fascia lusso dell’Orologeria, e quindi a rioccupare il posto che gli compete per storia e tradizione.

I nuovi cronografi con ruota a colonne, non a caso inseriti nella collezione “Heritage”, con il valore aggiunto del risvolto tecnico di loro appannaggio che prevede una reazione immediata allo start cronometrico, sono i giusti e qualificati interpreti di questa strategia.