I materiali di Tag-Heuer.

E’ risaputo che Tag-Heuer rappresenta l’eccellenza nel campo dell’Orologeria sportiva, fama meritata sul campo dopo anni e anni di continui successi dovuti alla grande affidabilità del brand, accompagnata dalla vocazione alla tecnologia che fanno di questa marca il top della cronometria sportiva.

A questo traguardo Tag-Heuer è giunto anche grazie alla scelta dei materiali più opportuni per la costruzione dei suoi splendidi gioielli di tecnica.

Vediamo quindi un po’ più da vicino quali sono le materie di cui la maison si serve abitualmente.

Nella maggior parte dei casi il valore aggiunto è costituito dalla qualità superiore e dalla cura meticolosa della lavorazione, durante la quale la perfezione è all’ordine del giorno.

Iniziamo quindi la nostra indagine.

Acciaio inossidabile: E’ il materiale più comunemente usato in Orologeria. Tag-Heuer utilizza esclusivamente quello realizzato con le migliori leghe. Viene ottenuto infatti attraverso un processo speciale di fusione, in modo da poter garantire il massimo delle caratteristiche di robustezza e grado anti-magnetico. Il contenuto di carbonio è limitato al minimo per resistere maggiormente agli agenti corrosivi contenuti nell’acqua marina e nel sudore.

Oro 18 kt.: Rappresenta il rapporto di purezza dell’oro più apprezzato in Gioielleria e quindi da Tag-Heuer. In questo caso non è così importante la lega, in quanto chiunque riesce ad ottenere un buon rapporto di composizione, quanto la cura delle rifiniture e soprattutto le costosissime tecniche di lucidatura. Gli orologi Tag-Heuer in oro non presentano bavature di alcun genere e sono controllati singolarmente con la lente da personale specializzato, prima di lasciare lo stabilimento di produzione.

Diamanti: Sempre più frequentemente i diamanti vengono utilizzati in Orologeria per illuminare l’estetica di modelli particolarmente curati. Il brand non si accontenta di dichiararne le caratteristiche di purezza e colore, sempre nelle alte sfere dei gradi di classificazione, ma si preoccupa di far si che ogni singola gemma sia incastonata a mano, che tutte abbiano esattamente le medesime dimensioni, che la tavola superiore sia assolutamente parallela al piano e che l’incastonatura venga adeguatamente collaudata prima di immettere l’orologio sul mercato per evitare  la perdita anche di una sola pietra. I controlli di qualità di Tag-Heuer sono infatti severissimi e ormai proverbiali. La maison è tra gli aderenti al Sistema di Certificazione del Processo di Kimberley, e quindi utilizza diamanti che possiedono il certificato di non provenienza da zone di conflitto.

Vetro Zaffiro: Ogni vetro che protegge i preziosi quadranti e meccanismi di Tag-Heuer sono ottenuti da una superficie lucida di zaffiro derivato dalla fusione e dalla successiva cristallizzazione di allumina. In questo modo si ottiene un materiale che può essere rigato solo dal diamante.

Questa rapida carrellata ci spiega solo in parte quale cura e amore Tag-Heuer mette nelle sue creazioni, in modo che ogni creazione sia unica e irripetibile, in altre parole allo stato dell’Arte.

Nel 2004 Tag-Heuer è stata insignita del Permio AT Kearney, riconoscimento attribuito alle tre aziende più innovative dell’industria svizzera.