Longines a Tokio per i Mondiali di Ginnastica Artistica

La vocazione di Longines per il cronometraggio sportivo risale al lontano 1878, quando la maison di St. Imier iniziava ad imporsi all’attenzione del mondo per la sua grande affidabilità.

Da allora Longines ha sempre conservato questa importante funzione, prerogativa di marchi di altissima qualità.

Con l’andare del tempo, la maison ha dovuto limitare le molte richieste, circoscrivendole a quelle a lei più congeniali in una sorta di simbiosi filosofica.

Ecco perchè troviamo oggi Longines impegnata in campo sportivo a curare dal punto di vista cronografico quegli sport che si distinguono soprattutto per classe ed eleganza.

Dal 1985 Longines ha aperto una collaborazione con la International Federation of Gymnastic.

Naturalmente, i Campionati Mondiali di Ginnastica Artistica di Tokio in corso dal 7 al 16 ottobre, vedono Longines protagonista, non solo per la minima parte dedicata alla misura dei tempi, ma anche con funzione di gestione e archiviazione dei dati sportivi, con relativa cura dei display ufficiali della manifestazione che annunciano i risultati conseguiti dagli atleti.

Naturalmente la casa svizzera non si improvvisa e lascia nulla al caso.

Longines è presente attivamente nel campo ginnico-sportivo seguendo quale sponsor alcuni tra i migliori atleti del mondo. E’ il caso, infatti dell’atleta svizzera Ariella Kaeslin, della ginnasta russa Evgenia Kanaeva e dell’intera e fantastica nazionale cinese maschile di Ginnastica.

Il fatto che un brand svizzero sia timekeeper di una manifestazione così importante che quest’anno si svolge a Tokio, è altamente significativo, non solo per l’eterno dualismo tra i Paesi maggiori e migliori produttori di orologi, ma anche perchè afferma il prestigio e la leadership che Longines ha acquisito nell’intero continente Asia.

I Mondiali di Ginnastica Artistica di Tokio saranno anche occasione per diffondere le immagini dei recenti modelli Longines, primo tra tutti il bellissimo cronografo con ruota a colonna già divenuto simbolo e immagine mediatica del Roland Garros.