Longines Column Wheel Record

E’ iniziata l’attesa per un orologio, annunciato per Settembre, che pare aver scatenato l’interesse e gli appetiti degli appassionati, più ancora di quanto Longines potesse immaginare.

Parliamo ovviamente del Longines Column Wheel Record, il cronografo che costituisce una delle proposte della casa della clessidra alata a Basilea 2011.

Questo modello unisce l’alta tradizione della maison con una catena a doppia mandata alla sua antica tradizione, nonchè alla scienza applicata all’Orologeria.

Per spiegarmi meglio devo addirittura spingermi a cavallo dei secoli XVI e XVII, perchè quello è il periodo in cui visse il matematico francese Pierre Vernier, nato a Ornans nel 1580 e deceduto nella stessa città nel 1637.

Nel 1631, il matematico, quando risiedeva a Bruxelles, descrisse per la prima volta nel libro “Construction” un sistema di lettura per la misurazione micrometrica, che sarà chiamato in suo ricordo “Verniero”.

Longines, ha adattato questo tipo di misurazione all’orologeria moderna, già negli anni ’70, producendo un cronografo al 1/10 di secondo che si avvaleva di un’appendice alla lancetta dei secondi.

Alla Fiera di Basilea del 2011, la casa di St. Imier ha riproposto l’idea, applicando la lancetta comprendente il Verniero sul Column Wheel Record, creando così un orologio affascinante, dotato di ruota a colonna, in grado di misurare il tempo a 1/8 di secondo seguendo il sistema nato nel ’600.

La continua ed esasperata ricerca della precisione, hanno indotto i tecnici di Longines a privilegiare 1/8 rispetto a 1/10 di secondo perchè hanno considerato il numero delle alternanze prodotte dal bilanciere del modello Record: 28.800.

La linea sobria ed elegante, i colori del quadrante azzeccati, e la cura tipicamente “Longines”, fanno di questo orologio un must per i collezionisti che amano possedere le pietre miliari della Storia orologiera.

Longines Column Wheel Record, da Settembre al polso dei più fortunati.