Longines Conquest, eredità di tradizione

La forma e l’estetica di Longines Conquest Heritage sono stati così convincenti e azzeccati da rendere questo orologio

Longines Conquest Heritage

Longines Conquest Heritage

intramontabile.

Lo dimostrano i fatti e la longevità di questo modello, che viene prodotto ininterrottamente da oltre 60 anni, fatte salve ovviamente le innovazioni tecnologiche relative ai movimenti.

Ancora oggi, infatti, possiamo trovare a catalogo, e in posizione di assoluta evidenza, il favoloso Conquest, sempre attuale nonostante i chiari riferimenti vintage, come per esempio il bel contrasto creato dagli index dorati sul quadrante bianco e la cassa in acciaio, tipico degli anni immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale.

Un segno distintivo di questo iconico orologio è il datario posizionato a ore “12″, che nei primi anni di produzione del modello ha costituito una vera rivoluzione stilistica nel piatto andamento estetico dell’epoca.

I Longines Conquest Heritage a catalogo in effetti sono quattro (due con quadrante bianco e due con quadrante nero), e differiscono principalmente per la misura, due con un diametro di mm. 35,0, e gli altri, i quali aderiscono alla Convenzione sul Commercio Internazionale di Specie di Flora e Fauna Selvatiche minacciate di estinzione, e le cui dimensioni raggiungono i mm. 40,0.

In realtà un’altra differenza consiste nel vetro, il quale è in hesalite per il rispetto della tradizione nel modello da mm. 35,0, come quello realizzato negli anni ’60, ed in zaffiro sulla versione da mm. 40,0.

Entrambi i modelli presentano un dettaglio peculiare che ereditano dalla prima emissione: il fondello è caratterizzato da un’immagine in smalto blu e doratura raffigurante un cielo stellato con un onda del mare in primo piano.

Il calibro meccanico a carica automatica L633

Il calibro meccanico a carica automatica L633

Questi particolari sono indice di una grande cura non solo estetica ma anche funzionale. E’ sempre più esiguo, infatti, il numero di maison che si dedicano alla sistematica ricercatezza di ogni dettaglio, senza considerare che questo tipo di attenzione è peculiare dell’Orologeria, da sempre Arte di miniaturizzazione e estrema precisione.

L’impermeabilità è testata fino a 3 atmosfere, e consente un uso sereno dell’orologio e un’ottima protezione dalla polvere.

Entrambe le versioni sono equipaggiate dal movimento meccanico a carica automatica Calibro L633 su base ETA 2824/2, ormai quanto di più vicino ci possa essere ad un calibro di manifattura, vista la nuova politica di Swatch Group che prevede un’ampio ridimensionamento della distribuzione dei movimenti costruiti da ETA fuori dall’ambito di proprietà del gruppo.

Il movimento si avvale di 25 rubini, e il suo bilanciere oscilla ad una frequenza di 28.800 alternanze orarie. Si tratta di un 11 linee e 1/2, avente perciò un diametro di mm. 25,60. Lo spessore totale del movimento è di mm. 4,60, mentre la riserva di carica arriva a 38 ore anche in virtù dell’adozione del sistema di ricarica dinamica bidirezionale.

Leggendo queste caratteristiche non viene difficile capire i motivi di tanto successo, che, come abbiamo visto, dura incessantemente da diversi decenni e non accenna a diminuire.

Longines Conquest Heritage è infatti uno degli orologi più richiesti, e le sue referenze sono L1.611.4.52.4, e L1.645.4.52.4, rispettivamente di 35 e 40 mm., con quadrante nero, nonchè L1.611.4.75.4 in 35 mm. e L1.645.4.75.4 in mm. 40 con quadrante bianco.