Orologio Wyler Vetta Diadato WV0098

La rivincita del quadrato…di Enrico Cannoletta

 

Orologio Wyler Vetta Diadato WV0098

Orologio Wyler Vetta Diadato WV0098

 

La forma dell’orologio, insieme al gioco cromatico di cassa e quadrante, costituisce il motivo principale per cui ci si innamora di uno specifico segnatempo. L’orologio, lo sappiamo, nasce rotondo, ma ben presto ci si avventurò nella ricerca di un’alternativa che discostasse dalla monotonia di una forma estetica che rischiava di essere catalizzante. La prima soluzione che fu adottata, e lo testimonia la storia della misurazione del Tempo, fu quella di creare un orologio quadrato. Almeno per ciò che riguarda l’orologeria da polso.

La cassa quadrata è stata poi immediatamente adottata dai “grandi” del settore. Cartier ne ha fatto per lungo tempo un simbolo distintivo. Fino poi ad arrivare al vero e proprio boom, che si verificò negli anni ’60 del secolo scorso.

 

Wyler Vetta Diadato WV0098

Wyler Vetta Diadato WV0098

 

E’ normale quindi che Wyler Vetta, maison storica e sempre attenta alla tradizione orologiera, abbia a catalogo alcuni esemplari che propongono questa particolare interpretazione.

L’alfiere di questa tendenza è certamente l’ Orologio Wyler Vetta Diadato WV0098, un orologio con movimento meccanico a carica automatica che riassume in sé tutti i canoni di questa splendida accezione.

Wyler Vetta, nota per aver creato il famoso bilanciere Incaflex, esprime nell’Orologio Wyler Vetta Diadato WV0098 tutto quanto un appassionato competente ed amante delle tradizioni orologiere possa cercare in un segnatempo.

 

Wyler Vetta WV0098

Wyler Vetta WV0098

 

Partendo dal quadrante, gli appassionati più avanti con l’età non possono che provare un intimo struggimento, nel riconoscere i segni distinti dell’orologio di classe anni ’60. Linea sobria, senza fronzoli. Ma nello stesso tempo grintosa ed elegante. Con il gioco sapiente del contrasto tra index e lancette, nei confronti di un quadrante dal tenue accenno silver.

La data, posta sapientemente a ore “4 e mezza” non presenta evidenzazioni metalliche a cornice della finestrella, incrementando così la pulizia stilistica e l’immagine di classe.

La corona partecipa all’insieme con maestria, evidenziando rigature fitte a beneficio della fruibilità, e la forma bombata che richiama il periodo di riferimento.

Come tutti gli oggetti preziosi di un certo livello stilistico, anche nell’Orologio Wyler Vetta Diadato WV0098 i particolari fanno la differenza. E a questo proposito è indicativa la scelta del font che riporta nella parte inferiore del quadrante, la identificazione del modello. “Diadato” è scritto infatti in eleganti caratteri capitali ma inclinati in un delicato corsivo, abbellito dal colore grigio chiaro. Un vero tocco di alta classe.

Sotto l’aspetto tecnico Wyler Vetta non ha nulla da imparare, e lo dimostra anche in questo caso. Il movimento è uno tra i più affidabili in assoluto nel panorama tecnico. Si tratta infatti del calibro 2824, creato da ETA e ripreso da Sellita col nuovo calibro SW200.

Il vetro è uno zaffiro sapientemente modellato soprattutto per non creare incongruenze con la cassa nell’incontro sugli angoli. Il giudizio finale, in questo caso è semplice. L’Orologio Wyler Vetta Diadato WV0098 supera a pieni voti ogni prova. Anche quella del rapporto qualità-prezzo.