Raffica di successi per gli Ambasciatori Tag-Heuer

Tag-Heuer Carrera Fly-Black Calibro 36 nella versione con carburo di titanio

Tag-Heuer Carrera Fly-Black Calibro 36 nella versione con carburo di titanio

La settimana che si è appena conclusa ha fatto segnare una splendida doppietta dei Testimonial di Tag-Heuer, e precisamente di alcuni suoi Ambasciatori delle corse motoristiche.

Le Mans, circuito leggendario che evoca tra l’altro la nascita del Mito Tag-Heuer Monaco, al polso dell’indimenticabile Steve Mc Queen, e che rappresenta la prima uscita mondiale di un cronografo automatico di tipo meccanico, ha ancora sorriso ai “colori” Tag-Heuer.

Per la dodicesima volta, infatti, Audi ha trionfato nella storica “24 ore”, facendo segnare il 4° successo consecutivo.

Si tratta di una dimostrazione di forza senza precedenti, se pensiamo alle difficoltà che si incontrano ai nostri giorni in virtù dell’esasperazione della tecnologia e degli agguerriti competitor.

Tag-Heuer accompagna quindi i vincitori Loic Duval, Tom Kristensen e Allan Mc Nish sul gradino più alto del podio, mentre i protagonisti sfoggiano orgogliosamente la Coppa e il logo Tag-Heuer impresso sulla manica della tuta.

La Maison svizzera però è presente una seconda volta sul podio di Le Mans, grazie anche alla Audi di Marc Gene, Oliver Jardis e Lucas Di Grassi, classificati al 3° posto.

Nel settore Rally c’è invece da registrare il successo del francese Sebastien Ogier, il quale si è aggiudicato la prova mondiale del Rally di Sardegna.

Al secondo posto il compagno di squadra Jari Mati Ladvala.

Anche questi grandi piloti, come i loro colleghi a Le Mans, sono saliti sul podio indossando un cronografo Tag-Heuer, che li accompagna fedelmente durante gli allenamenti e le gare, segnando i tempi della loro fatica e dei loro grandi trionfi.

Tag-Heuer è sempre più legato al mondo dei motori, e incrementa sistematicamente questa vocazione.

L’ultimo lancio riguarda il cronografo Carrera Fly-Back, equippaggiato con il Calibro 36.

La funzione Fly-Back è particolarmente apprezzata da tuttgi gli sportivi evoluti e i professionisti, in quanto rappresenta una complication specificatamente dedicata a chi utilizza il cronografo in momenti concitati di una gara o di un allenamento.

Fly-Back consente infatti una istantanea ri-partenza del cronometraggio, anche se questo fosse già in corso.

Ai cronometristi la funzione risulta indispensabile quando, lavorando in equipe, devono immediatamente dedicarsi ad un altro cronometraggio rispetto a quello che stanno svolgendo. Gli esempi sono quotidiani su autodromi e motodromi di tutto il mondo.

Si tratta inoltre di un sistema molto sofisticato, perchè, se non realizzato con la massima cura e affidabilità, metterebbe a dura prova i delicati meccanismi del cronografo.

Nel caso di Tag-Heuer Carrera Fly-Back, il sistema si aggiunge alla grande tecnologia del Calibro 36, dotato di 31 rubini e il cui bilanciere, ricordiamo, oscilla a 36.000 alternanze orarie.

Tag-Heuer Carrera Fly-Back Calibro 36 ha un cinturino racing anti-traspirante nero ed è dotato di cassa in Titanio grado 2, ultraleggero e satino, e rivestito di carburo di titanio nero, ma è disponibile anche in due versioni “city” senza il rivestimento e quindi con cassa e bracciale in titanio naturale.

Il suo vetro è uno zaffiro purissimo a durezza 9 della scala Mohs, trattato anti-riflesso.

La versione All Black è a catalogo con la referenza CAR2B80.FC6325.

Tag-Heuer Carrera Fly-Back è disponibile presso i migliori concessionari esclusivisti di Tag-Heuer e lo trovi quindi da Cannoletta Antica Gioielleria in Via Palazzo 50 e Via Matteotti 7 a Sanremo.

Ulteriori informazioni si possono avere al numero 0184.570063, oppure via email.