Tag-Heuer 1969: nuovo calibro di manifattura

Tag-Heuer si dimostra sempre più “padrona” del mercato orologiero.

Esploso di cronografo automatico

Esploso di cronografo automatico

La strategia adottata dal CEO Jean Christoph Babin si dimostra oltre che di enorme efficacia, anche a dir poco scoppiettante.

Rimbalza dagli uffici tecnici dello stand di Tag-Heuer a Basilea la notizia di un nuovo calibro di manifattura che sarà introdotto sul mercato verso la fine del 2013.

Il nuovo calibro si chiamerà 1969, dall’anno di produzione del primo rivoluzionario cronografo automatico, e non è da confondere con il modello storico di orologio che portava lo stesso nome ma era equipaggiato dal Calibro 11.

La primogenitura del cronografo automatico, che molto appassiona gli storici dell’Orologeria circa la diatriba tra chi ritiene sia stato El Primero e chi invece sostiene sia stato un Tag-Heuer/Breitling/Hamilton, è stata risolta in concreto da Tag-Heuer a suo modo, che con l’acquisizione di Zenith da parte del gruppo LVMH a cui il brand fa riferimento.

Il nuovo calibro 1969 ha del sensazionale, in quanto avrà delle dimensioni notevolmente ridotte in spessore, di ben 2,4 mm. inferiori a quelle del calibro 1887, il quale si distingueva già per la sua eccelsa indossabilità.

Tag-Heuer 1969 avrà poi la caratteristica della modularità, per cui potrà essere presentato in versione crono, GMT oppure “solo tempo”, allestendo quindi una linea completa che non mancherà di incontrare il favore ed il gusto degli appassionati.

Con la creazione di questo nuovo calibro di manifattura, Tag-Heuer compie un nuovo fondamentale passo verso l’uniformità di tutto il catalogo in orologi completamente in-home, progetto indispensabile per la tipicizzazione del brand sul mercato e la sua completa indipendenza da forniture esterne che potrebbero condizionare alcuni parametri distributivi.

Tag-Heuer si sta via via collocando in quella fascia di mercato del lusso che gli compete per tradizione e per qualità tecnica, in virtù di scelte coraggiose ma sempre in sintonia con i tempi e le richieste degli appassionati di Orologeria.

Siamo in attesa di una scheda tecnica completa relativa al 1969, che per il momento costituisce una delle poche novità tecniche del settore, simbolo del grande dinamismo e della sua forza, dimostrata in un momento economico in cui molte manifatture soffrono la contingenza.

Per il momento non sono state diffuse le immagini del nuovo calibro, ma anch’esse arriveranno a breve ed è nostro impegno proporvele immediatamente. L’esploso sotto il titolo, infatti, si riferisce ad un calibro generico.

La presentazione del calibro 1969 è accompagnata da alcune novità equipaggiate con i calibri attualmente in distribuzione, che arricchiscono il catalogo sia nell’alta fascia che in quella dell’entry-level.

Con i prossimi articoli presenteremo infatti i nuovi Carrera Fly-back Calibro 36, gli splendidi Calibro 8, i nuovissimi Aquaracer per signora, e anche le recentissime proposte relative ai Formula 1 Automatici.

Con questi complementi di collezioni, Tag-Heuer copre a 360° ogni esigenza degli utilizzatori, con estetiche che spaziano dallo sportivo all’elegante e un comune denominatore di classe e qualità impareggiabile.