Tag-Heuer CAN1010.BA0821,anfibio di classe

Difficilmente un orologio che possiede tutti i maggiori requisiti per gli sport dell’acqua riesce anche ad esprimersi al meglio

Tag-Heuer Aquaracer CAN1010.BA0821

Tag-Heuer Aquaracer CAN1010.BA0821

esteticamente.

Pare però che questo Tag-Heuer CAN1010.BA0821 sia nato proprio per smentire questa affermazione.

Inserito da Tag-Heuer nella fortunata serie Aquaracer, con la quale la maison di La Chaux de Fonds abbatte molte barriere relative al rapporto con il pianeta mare, si presenta con una linea sobria e molto accattivante, pur senza perdere quell’impronta grintosa che si fa preferire da sempre dagli sportivi.

In questa occasione gran parte del merito va attribuito alla concezione del quadrante, classicamente nero, ma con la scelta di una collocazione strategica del gran data in corrispondenza di ore “12″.

Questa soluzione abbastanza originale rispetto alla stragrande maggioranza dei segnatempo, consente una ridistribuzione degli spazi in modo da avvicinare tra loro impercettibilmente ma in modo simpatico i tre contatori, e la sistemazione un po’ più in basso del logo del brand.

Lungi da essere affollate, le indicazioni sul quadrante risultano originali senza apparire rivoluzionarie, e quindi soddisfano i criteri di sportività ed eleganza in modo paritetico.

Il contatore più evidente, inoltre, è, per motivi di simmetria, quello a ore “6″, che è riservato all’indicazione dei decimi di secondo.

Tag-Heuer 1010.BA0821, infatti, è un cronografo a quarzo con accuratezza a 1/10 di secondo, che non presenta alcuna concessione cromatica se non il bianco ed il nero, e perciò nessuna deroga concessa, neppure alle lancette cronografiche.

Le altre caratteristiche confermano una grande cura costruttiva, ed adeguano ogni motivazione tecnica sottoponendola in modo intelligente al vaglio estetico.

Si possono portare ad esempio i cavalieri abilmente distribuiti attorno alla ghiera girevole unidirezionale, che adornano in modo sapiente appagando l’occhio, ma che rispondono ad un’esigenza di manovrabilità in acqua e magari indossando guanti da sub.

Lo stesso criterio è quello che ha determinato la scelta della corona di carica, concepita in modo da poter contenere la doppia guarnizione, e quindi con un dimensionamento in altezza tale da assicurare lo spazio necessario per il sistema easy-grip.

La vocazione estrema dell’orologio è confermata, tra l’altro, dal bassorilievo creato sul fondello a vite, e che riporta l’immagine di uno scafandro.

L’impermeabilità a 30 atmosfere rientra tra le mansioni che Tag-Heuer ha riservato alla Collezione Aquaracer, che all’interno del suo catalogo comprende anche molte versioni dedicate a specificità particolari dello sport dell’acqua.

Il vetro zaffiro e il bracciale in acciaio 316L a chiusura deployante con doppia sicurezza chiudono una serie impeccabile di caratteristiche che fanno di questa referenza una delle più apprezzate e che si fa preferire anche per il prezzo particolarmente aggressivo.