Tag-Heuer Mikrograph 100, e anche di più

Non si sono ancora spenti gli echi entusiastici per la geniale proposta di Tag-Heuer, relativa al Mikrograph, il primo orologio da polso cronografo con ruota a colonna in grado di visualizzare il 100° di secondo attraverso la lancetta centrale, che la casa nata a St. Imier, tra le montagne del Giura, cerca ancora di superare se stessa in un’appassionante gara che probabilmente non vedrà mai paghi i tecnici.

Cliccando sull’immagine qui sotto possiamo avere un’anteprima di quanto dobbiamo attenderci.

E pensare che le caratteristiche quasi futuribili del Mikrograph 100 sono addirittura imbarazzanti.

Due bilancieri, di cui uno interamente dedicato all’orologio, muoversi ad una frequenza di 28.800 oscillazioni, e il secondo esclusivo per il cronografo e in grado di oscillare  360.000 in un’ora.

Inserito in una cassa Carrera, alla cui collezione questo gioiello di tecnologia appartiene, è un automatico con 42 ore di riserva di carica per l’orologio e ben 90 minuti per il cronografo.

62 rubini e indicazione della riserva di carica posta in corrispondenza di ore “12″, danno un’idea della sua alta tecnologia.

Il tutto entro i mm. 35,8 di diametro e mm. 7,95 di spessore, per una produzione esclusiva di 150 esemplari.

Ma, come annunciavo in apertura di articolo, il confine della fantascienza verrà spostato ancora oltre con la nuova sfida intrapresa da Tag-Heuer.

La lotta alla Fisica iniziata nel 1916 con la produzione del primo Micrograph, allora esclusivamente cronografo manuale, in tutti i sensi, visto che non si portava al polso, subirà una sconvolgente svolta: il nuovo concept watch di Tag-Heuer indicherà con la sua lancetta centrale addirittura una precisione di 1/1000 di secondo.

Per raggiungere questo risultato il dipartimento Ricerca e Sviluppo di Tag-Heuer è mobilitato.

Il bilanciere previsto per la sezione cronografica dovrà essere in grado di oscillare per ben 3.600.000 volte in sessanta minuti, e quindi 1000 volte al secondo! Una misura fantastica se riferita ad uno strumento interamente meccanico.

Sono ovviamente allo studio materiali e soluzioni assolutamente top-secret, come è costume della maison.

L’impressione è che Tag-Heuer non finisca mai di stupire.