Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0.

Ma, se queste sono le premesse, direi che l’Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 sarà in grado di regalare grandi soddisfazioni a tutti noi sportivi e, soprattutto, saprà farlo ad un prezzo competitivo, come spesso TIMEX ci ha abituati….di RiderPaol

 

Gli Amanti del Running e, in particolar modo del Triathlon, avranno sicuramente ben presente il mitico Orologio Timex Ironman, Cronometro Digitale da Polso che accompagna fedelmente da anni generazioni e generazioni di Riders di tutto il Mondo.

 

Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0

Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0

 

Negli ultimi tempi i modelli di “Ironman” si sono letteralmente moltiplicati, per soddisfare le esigenze di una clientela sempre più variegata ed esigente. Basti pensare all’Orologio Timex WS4, che qualche anno fa fece capolino nel Mondo degli ABC per dare del filo da torcere a dei veri e propri mostri sacri del settore, dimostrandosi perfettamente all’altezza (e, in alcuni casi, anche migliore).

 

Da qualche mese a questa parte sono comparsi sul mercato dei digitali che definirli “semplici” digitali da polso sarebbe sminuente…mi riferisco infatti ai GPS da polso. Fino a qualche anno fa erano quasi esclusiva di un ben noto marchio di navigatori satellitari, ora invece sono diverse le case che offrono la possibilità agli sportivi di “avere un satellite al polso”, che si possa realmente definire portatile, ad un prezzo tutto sommato abbordabile. Tra queste troviamo anche il marchio Orologi Timex.

Poco più di un anno fa esordì il suo primo GPS (l’Orologio Timex GLOBAL TRAINER), seguito subito dopo dall’Orologio Timex RUN TRAINER 1.0…Oggi mi trovo qui a parlare in anteprima della prossima creatura con la “T” maiuscola, l’Orologio TIMEX RUN TRAINER GPS 2.0.

Premetto che l’unità che ho avuto modo di provare è una pre-release, dato che ufficialmente il prodotto non è ancora sul mercato italiano, perciò alcuni dettagli potrebbero cambiare da ora al momento del lancio, anche se a grandi linee la final release dovrebbe essere sostanzialmente la stessa. Non ho provato i precedenti modelli della stessa casa, pertanto non sono in grado di fare dei paragoni e mi limiterò alle mie impressioni “a caldo”, frutto di qualche oretta di smanettamento con il nuovo gioiellino di Orologio Timex…Ma andiamo per gradi.

Timex Run Trainer GPS 2.0

Timex Run Trainer GPS 2.0

 

 

CONFEZIONE:

Nonostante essendo ancora la versione ufficiale per il market italiano, la confezione non è  quella definitiva (che, credo rispecchierà la tradizione a cui Orologi Timex ci ha abituati con i suoi “Ironman”…) e manca il manuale di istruzioni, ma la dotazione dovrebbe essere la stessa. Nella scatola si trovano, nel mio caso, solo il computer da polso e il cavo di interfaccia al PC, che è identico a quello dell’Orologio Timex RUN TRAINER 1.0: da un lato c’è la presa USB e dall’altro la clip per connettere l’orologio al PC. Quest’ultima ha dei pins che si inseriscono nei contatti presenti ad un lato del fondello, consentendo così la comunicazione via cavo tra modulo e PC e, al tempo stesso, la ricarica della batteria.

 

 

SENSAZIONI A PRIMA VISTA

Premesso che non ho avuto la fortuna di provare il modello di prima generazione, devo ammettere che Orologi Timex anche questa volta ha fatto un buon lavoro. I materiali sono di buona fattura (le plastiche della cassa sono solide e non “scricchiolano”), così come l’assemblaggio. Il cinturino è in morbido polimero e fascia perfettamente il polso, lasciando che l’orologio si posizioni centralmente ad esso. Anche sulle dimensioni devo spendere una nota positiva: questa volta Orologi Timex si è superata, riuscendo a ridurre le dimensioni complessive dello chassis rendendolo sensibilmente più “snello” del predecessore, a tutto vantaggio dell’indossabilità. Volendo farsi un’idea basta mettere uno a fianco all’altro il GPS Global Traine, i Running Trainer 1.0 e il 2.0; tra il primo e il terzo c’è una differenza sostanziale sia nelle dimensioni che nella forma, più aggraziata nell’ultimo nato. Inoltre, TRT 2.0 ha una forma più quadrata, con angoli arrotondati, metre il TRT 1.0 aveva una forma più goffa, con una silhouette “a uovo”. Indubbiamente Orologi Timex ha compiuto un deciso passo avanti con il TRT 2.0. Anche lo spessore è differente, la sottigliezza del 2.0 non è così tanto significativa (circa 1 mm) rispetto all’1.0, ma rispetto al GPS Global Training la differenza è ben più accentuata.

Ai lati della cassa spiccano i pulsanti: tre sul fianco destro e due su quello sinistro. Le loro dimensioni sono generose e questo li rende agevolmente azionabili, come del resto lo erano sul TRT 1.0 e sul precedente modello.

 

Timex Run Trainer con GPS 2.0

Timex Run Trainer con GPS 2.0

 

 

Viste le numerose funzioni di questo vero e proprio computer da polso, vedrò di farne una carrellata generale senza entrare troppo nel dettaglio…andiamo, quindi per gradi. Tutte le features dell’Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 (Time, Chrono, Interval, Review e Settings) sono azionabili da una sorta di menù principale dell’orologio, dal quale è possibile selezionarle scorrendo su/giù la lista. La cosa che impressiona è il livello di informazioni che si possono configurare per ottenere dall’Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 le informazioni di cui si ha bisogno durante una sessione di allenamento.

Non avendo avuto modo di provarlo sul campo non sono ancora in grado di esporre il dettaglio delle funzionalità, ma posso assicurarvi che le possibilità sono davvero tantissime (si va dalle classiche informazioni sulle calorie bruciate, al tempo di recupero, velocità di ascesa/discesa, velocità, velocità media, ecc…). Mi limiterò pertanto a descrivere quelle più facilmente valutabili “a pelle” dopo un primo fugace contatto con questo nuovo prodotto.

 

Ebbene si, tra le tante cose, l’Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 può funzionare anche come semplice orologio digitale da polso. Per utilizzarlo come tale è necessario selezionare la funzione “Time” dal menù funzioni dell’unità; se così non si fa, il caro TRT 2.0 continuerà a funzionare come strumento d’allenamento, con conseguente notevole consumo della batteria.

In modalità TIME sono visualizzabili le classiche funzioni data, ora e doppio fuso (GMT); è possibile anche azionare il “GPS Time”, ma onestamente non ho ben capito a cosa serve. Di certo so che il GPS non consente un settaggio automatico in base alla posizione…peccato, sarebbe stato molto utile.

La modalità ora prevede anche un solo allarme giornaliero (settabile, volendo anche dal sw del PC) e la possibilità di attivare/disattivare il segnale orario (“chime”). Come in ogni buon Timex che si rispetti, non poteva mancare la fantastica retroilluminazione Indigloo che consente un’ottimale visione dell’LCD anche al buio più completo (sembra di avere una torcia al polso!).

 

Timex Run Trainer con GPS 2.0 and Foot Pod

Timex Run Trainer con GPS 2.0 and Foot Pod

Una volta indossata la fascia, il buon Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 funge da cardiofrequenzimetro. La fascia è di buona fattura e il trasmettitore ha la forma comune alla maggior parte dei cardio; non è enorme ma nemmeno piccolissima. L’indossabilità è buona; la connessione con l’unità da polso è rapida.

Quando si usa come herat monitor il TRT 2.0 memorizza i dati di frequenza cardiaca (le calorie bruciate, il recupero stimato, ecc…) in un file che può poi essere scaricato sul computer per essere visualizzato con il software TrainingPeaks (disponibile sia per PC che per Mac) o su qualunque altro sito che supporti il Timex Run Trainer.

 

Se si impostano i parametri adeguati da menù, l’Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 diventa un fedele compagno di viaggio anche per chi, come me, ama le due ruote. Nonostante non ci sia la possibilità di interfacciare il TRT 2.0 con qualche tipo di pod, l’orologio consente la registrazione del percorso e il monitoraggio della velocità, grazie al modulo GPS. Ovviamente anche in questo caso i dati registrati sono archiviabili e rielaborabili con TrainingPeaks e possono essere eventualmente condivisi con i siti che supportano il Timex Run Trainer.

Queste sono solo alcune delle features che offre il nuovo Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 e sono proprio curioso di vedere cosa altro può fare “sul campo”, durante una vera sessione di allenamento. Per esempio mi piacerebbe valutare la durata della batteria (dichiarata di 8h in modalità GPS), solitamente il “tallone d’Achille” di prodotti di questo tipo. Inoltre sarebbe interessante vedere quanti dati può memorizzare, prima di dover necessariamente scaricare la memoria sul PC per far spazio a nuovi imput…insomma la curiosità è tanta.

 

In conclusione, mi sembra chiaro che le funzioni del TRT 2.0 da testare sarebbero tantissime, ma credo che per un’esposizione puntuale e critica i tempi non siano ancora maturi. O meglio, credo che si debba aspettare il lancio della final release del prodotto, per poi strapazzarlo come si deve “on the road”, durante un allenamento vero…

 

Ma, se queste sono le premesse, direi che l’Orologio Timex Run Trainer GPS 2.0 sarà in grado di regalare grandi soddisfazioni a tutti noi sportivi e, soprattutto, saprà farlo ad un prezzo competitivo, come spesso TIMEX ci ha abituati.

 

A presto, guerrieri

 

RidelPaol