Category | Longines

Longines, nuova star del Lusso

In attesa della promessa rassegna relativa alla Fiera di Basilea 2014 testè conclusa, anticipiamo uno dei temi che hanno maggiormente caratterizzato il più importante appuntamento espositivo orologiero del mondo.

Il marchio d'epoca di Longines

Il marchio d’epoca di Longines

Protagonista di questa vicenda è Longines, il quale ha avuto nei fatti, con Baselworld 2014, la consacrazione di uno status che già si respirava nell’aria da tempo, ma che non aveva ricevuto conferme.

L’avvento delle novità proposte in questo contesto, la contemporanea riduzione drastica dell’assortimento di orologi a quarzo, nonchè la costante e imperiosa marcia della maison alla conquista di vetrine sempre più prestigiose ne ha determinato l’ingresso nel ristretto numero delle grandi marche dell’Alta Orologeria di Lusso.

Non è sfuggita infatti agli addetti ai lavori la cura particolare che la famiglia Hayek usa nei confronti di questa storica maison, e anche l’ultima proposta, ovvero la presentazione della nuova Collezione “Elegance” va interpretata in questo senso.

In effetti tutto ciò poteva essere dedotto anche solo logicamente, essendo Longines particolarmente dedito ad una vocazione di pura classe, con modelleria molto elegante e sobria, prerogativa che il marchio si porta dietro per tradizione e che non ha mai tradito neppure nei momenti in cui la moda testimoniava a favore di un approccio più casual e spartano.

La valenza tecnica e la storia molto significativa di Longines nel contesto dell’Orologeria non fanno che confermare il sacro santo diritto ad occupare posizioni di preminenza assoluta nel comparto.

Quasi a celebrare con la discrezione che contraddistingue bon-ton e savoir faire della casa di Saint-Imier, Longines propone, tra le novità presentate per caratterizzare il 2014 una serie dedicata ad uno dei maggior best-seller della maison, ovvero il Conquest-Heritage, che sarà prodotto per l’occasione in soli 60 esemplari in oro e 600 in acciaio per tutto il mondo, in edizione limitata e numerata.

Questi orologi saranno costruiti esattamente come i primi esemplari che esordirono negli anni ’60, rispettandone in toto l’aspetto storico ed estetico, fatta salva l’accezione tecnica, la quale sarà esplicata da un movimento meccanico dell’ultima generazione, dotato di tutte le migliorie realizzate in house in ambito di gruppo di appartenenza.

Cambia quindi, e sicuramente in meglio sotto ogni aspetto, la porta al lusso orologiero, che avrà in Longines un interprete di prestigio e sicuramente di fama planetaria, in grado di essere il vero spartiacque di categoria con la sua inattaccabile affidabilità e il suo innato gusto estetico.

Continua A Leggere →

Longines, il senso della Storia

Quando il marketing diviene cultura

 

Probabilmente non esiste nulla che sappia esprimere Tradizioni, Storia, ma anche Poesia e Potenza, quanto il mondo equestre.

E non mi riferisco solo al rapporto preferenziale e unico tra l’Uomo e il Cavallo, degno interprete ed erede dell’epopea del passato, ma anche al mondo dello Sport agonistico, che fa rivivere le emozioni e i sentimenti che gli Uomini non hanno mai cessato di assoporare a partire dalla notte dei tempi.

Longines Conquest Classic L2.786.4.76.6, simbolo della linea e della collaborazione con la Fédération Equestre Internationale

Longines Conquest Classic L2.786.4.76.6, simbolo della linea e della collaborazione con la Fédération Equestre Internationale

Questo mix di Storia, Sentimento, Passione e Stile non poteva non essere in simbiosi con il brand più ricco di eleganza in tutto il panorama orologiero: Longines.

La maison della clessidra alata è infatti compenetrata come valori ed espressioni con l’universo degli Sport Equestri, del quale non è solo un freddo partner tecnico in virtù dei cronometraggi effettuati in esclusiva, ma ne condivide espressamente la vita.

Non ci si deve stupire, quindi, se ad ogni livello, ove l’eleganza e lo stile sono protagonisti, si trovi esclusivamente un Longines.

A livello formale, perchè quanto esposto fin ad ora non sono semplicemente parole ma esiste un supporto pratico ed effettivo, la Collezione simbolo della collaborazione tra la Federazione Mondiale degli Sport Equestri, la F.E.I., guidata da S.A.R. la Principessa Haya di Giordania, e Longines, sarà per il 2014 Conquest Classic, scelta per la sobria eleganza delle sue linee e la sua capacità di interpretare uno stile unico e insostituibile attraverso i tempi.

Conquest Classic, non a caso, quest’anno è stata anche scelta per rappresentare a livello di immagine anche la collaborazione che intercorre tra il Roland Garros di Tennis con la maison di St. Imier. Anche in questo caso è da notare l’attinenza con un mondo, come quello del Tennis, che si rifà alle grandi tradizioni del passato, sopravvive immutato nel tempo come gradimento ed è sinonimo di eleganza e bel mondo.

Nello specifico tecnico la Collezione Conquest Classic si avvale delle ultime tecnologie orologiere, con movimenti meccanici a carica automatica costruiti rigorosamente in-house in ambito di gruppo di appartenenza di Longines, e che soddisfano le specifiche tecniche ad alto livello.

Mi piace ricordare, in questo articolo abbinato al mondo dello Sport, il cronografo Longines Conquest Collection L2.786.4.76.6, dotato di ruota a colonne e di tre contatori argentè collocati in un contesto di quadrante lavorato a “teak”.

Questo orologio, dalle linee pure e semplici, fugge dalla banalità delle forme in virtù di un accurato design e di una grinta particolari.

E’ animato dal calibro L688 in grado di generare 28.800 alternanze orarie e con una riserva di carica di ben 54 ore.

Si tratta di uno dei prodotti tecnologici e meglio riusciti nel range dell’Alta Orologeria, ed incarna meglio di chiunque altro gli sforzi e le vittorie tecniche dell’Orologeria Svizzera.

La Collezione Conquest Classic di Longines è declinata in diverse versioni, che vanno dal “solo-tempo” al cronografo, con quadrante nero o bianco e persino nelle versioni con cassa e bracciale bicolori. Essa tocca l’ambito dell’Orologeria Femminile, in virtù dell’eleganza che la contraddistingue.

Molti tra i modelli proposti a catalogo necessitano qualche volta di una specifica richiesta al concessionario di fiducia, perchè in conseguenza alla grande richiesta da tutti i Paesi del mondo, il turn-over di questi modelli risulta rapidissimo.

Un sincero plauso a Longines, che da quando è entrata nell’orbita di gestione della famiglia Hayek, che controlla di fatto il più importante colosso dell’Orologeria Svizzera, ha rapidamente affermato la propria identità grazie anche agli abbinamenti con gli universi più appropriati al proprio DNA.

Possedere oggi un orologio Longines significa esser parte di quel numero di persone che amano il bello e la sobria eleganza ed appartengono quindi ad un’elite culturale protagonista del nostro presente e ben augurante per il nostro futuro.

Continua A Leggere →

Longines L2.785.5.56.7, nato per vincere

Protagonista all’UAE Show Jumping Cup

 

Pochi segnatempo incarnano concretamente la loro immagine come Longines Conquest Classic L2.785.5.56.7, l’orologio indicato come simbolo della prestigiosa manifestazione equestre UAE Show Jumping Cup CSIO5, svoltasi dal 5 all’8 febbraio scorsi a Al Ain City negli Emirati Arabi Uniti.

Longines Conquest Classic L2.785.5.56.7

Longines Conquest Classic L2.785.5.56.7

Essere ammessi in certi circuiti esclusivi è già di per se stesso il riconoscimento di un valore tecnico e di immagine molto importante, ma rappresentare la filosofia della manifestazione completa in modo perfetto una simbiosi quasi magica, che in questo caso coinvolge Longines con lo scintillante mondo degli Sport Equestri ai massimi livelli.

La manifestazione, presieduta da Sua Altezza Sheik Khalifa bin Zayed Al Nahyan, vede schierati i maggiori rappresentanti sportivi della categoria ed è inoltre un’occasione di ritrovo del “bel mondo”, con una vasta presenza di autorità e personaggi della Jet Society.

In questo panorama spicca Longines, ormai considerato di casa in questo tipo di eventi, rappresentato degnamente dai gioielli della sua collezione Conquest Classic, i quali ricevono unanimi consensi da tutti i convenuti.

Un Longines viene spesso destinato quale ambito premio agli sportivi vincitori, e in alcuni casi anche ad alcuni ospiti di rilevo.

Con la sua grinta estetica e l’innata eleganza, Longines L2.785.5.56.7, inserito nella linea Conquest Classic, che comprende anche cronografi prestigiosi, è assolutamente appropriato in quest’ambito, ed ha occasione di mostrare le proprie caratteristiche di rilievo e la grande perizia tecnica peculiare del brand.

Siamo di fronte infatti ad un orologio equipaggiato con un movimento meccanico a carica automatica, che sintetizza tutte le più recenti acquisizioni tecnologiche dell’Orologeria, con il calibro L619 costruito in house in ambito del gruppo di appartenenza del marchio.

Le alternanze orarie generate da questo stupendo calibro sono 28.800, e si riproducono ininterrottamente per una durata di carica di ben 42 ore.

Il vetro è in zaffiro antigraffio bombato con trattamento antiriflesso multistrato sul lato interno, e anche il fondello è caratterizzato dallo stesso materiale per permettere la visione del movimento sormontato dalla massa oscillante, finemente lavorato e accuratamente rifinito.

Anche le dimensioni sono state studiate in modo da entrare nel range attualmente più gradito agli appassionati di Alta Gioielleria, con i “magici” mm. 40 che accontentano i possessori di ogni misura di polso.

Completa un quadro pressochè perfetto l’impermeabilità, testata fino a 5 atmosfere per dare la massima serenità d’uso.

Declinato nella sua grintosa versione con fondo nero, Longines L2.785.5.56.7 è disponibile anche con il quadrante bianco, mantenendo comunque l’equilibrio estetico e la concretezza delle sue caratteristiche, quali ad esempio l’uso della Super-Luminova su lancette e index, il materiale assolutamente non radioattivo ma in grado di garantire un’eccezionale visione notturna in virtù della grande luminosità.

Per ultimo e per una corretta cronaca, è d’obbligo sottolineare lo straordinario rapporto qualità-prezzo di questo modello, che, non dimentichiamo è costruito in acciaio e oro rosa, ma che si fa apprezzare per convenienza e affidabilità.

Longines L2.785.5.56.7: l’espressione della qualità. Un vero “match-winner”!|

 

 

Continua A Leggere →

Longines Military 1938, limited edition

Una pagina di Storia al nostro polso

 

Nella carrellata che Longines dedica ai suoi “pezzi” storici, non poteva certo mancare il “Military 1938”, ovvero la riedizione di uno dei modelli prodotti dalla maison dalla clessidra alata che maggiormente sono compenetrati nella Storia Universale.

Longines "Military 1938" L2.788.4.53.2, un'icona nell'Orologeria militare

Longines “Military 1938” L2.788.4.53.2, un’icona nell’Orologeria militare

Prodotto alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, questo iconico modello era già a catalogo Longines, e destinato alle Forze Armate, quando i Capi di Stato di Italia, Germania, Gran Bretagna e Francia si riunirono a Monaco, e Benito Mussolini uscì dalla Conferenza osannato come salvatore della pace.

La gloriosa carriera di Longines Military 1938, proseguì poi al polso di innumerevoli soldati alleati durante il successivo conflitto planetario.

Longines, ovviamente, era già allora uno dei marchi più pregiati del panorame orologiero, e confermò con questo modello la grande affidabilità e l’immagine di robustezza che gli sono stati sempre riconosciute.

Ai nostri giorni, questo orologio dal passato così prestigioso ritorna a catalogo nella Collezione Heritage, con la referenza L2.788.4.53.2, e si presenta nella stessa veste estetica dell’epoca.

Equipaggiato con il movimento meccanico a carica automatica calibro L619, questo orologio ha un bilanciere che lavora sulle 28.800 alternanze orarie ed è in grado di garantire la massima precisione in virtù della grande affidabilità costruttiva.

Come tutti i modelli “veramente” miltari, Longines Heritage Military 1938 L2.788.453.2 è dotato di grande leggibilità sia diurna che notturna, che se negli anni ’30 era dovuta al fosforo, oggi è ottenuta con ancora migliori risultati dal Super-Luminova, il materiale che garantisce la migliore visione al buio pur senza emettere fluorescenza o fosforescenza, che sarebbero dannose per organismo e ambiente.

Di Super-Luminova arricchite non solo le lancette, ma anche i chiari numeri arabi, rendendo l’orologio, oltre che piacevole esteticamente, anche estremamente tattico.

Il vetro è in zaffiro antigraffio, mentre l’impermeabilità è quella “operativa” delle 3 atmosfere.

La vocazione all’eleganza, sinonimo delle creazioni di Longines, non ha mai impedito al brand di essere comunque un punto di riferimento della tradizione nei segnatempo military, settore nel quale tradizionalmente si cimentano esclusivamente produttori che presentano modellerie iper-affidabili.

Sotto l’aspetto descrittivo possiamo aggiungere che il contrasto creato dalla cassa con il quadrante nero, si pone nella sfera del più ampio gradimento da parte dei cultori attuali del gusto, e quindi in pieno trend attuale.

La sobrietà stilistica, completata in modo armonico dall’utilizzo di un cinturino in materiale tattico trapuntato in bianco, diviene una delle caratteristiche di maggior pregio in assoluto per questo iconico prodotto.

Longines Military 1938 L2.788.4.53.2 è declinato in una sola versione, strettamente legata all’estetica del primo anno di produzione, ed è prodotto in serie limitata.

Continua A Leggere →

Longines L4.754.4.52.4, il verniero al tuo polso

Uno strumento della grande tradizione scientifica.

 

Per descrivere adeguatamente Longines L4.754.4.52.4, protagonista del nostro articolo, occorre addirittura scomodare il matematico francese Pierre Vernier, che nel XVII secolo ideò il “verniero” ovvero una scala di misurazione adottata ancora oggi nei regoli calcolatori, e che Longines ha utilizzato nel corso della sua Storia su alcuni degli orologi più caratteristici e prestigiosi, tuttora molto apprezzati dai collezionisti di tutto il mondo.

Longines L4.754.4.52.4 cronografo a ruota a colonne con sala di Vernier

Longines L4.754.4.52.4 cronografo a ruota a colonne con scala di Vernier

Il verniero, ovvero la “scala di Vernier” è molto semplice alla lettura ma fa riferimento in modo imprescindibile a una serie di calcoli e a una estremamente precisa realizzazione.

In Orologeria si avvale di un prolungamento laterale della lancetta dei secondi, con una scala numerica adattata su tacche che devono coincidere in modo perfetto con un riferimento sul quadrante al momento della rilevazione, in modo che una e una soltanto delle tacche coincida perfettamente.

Nel dettaglio dell’utilizzo del cronografo, le tacche si riferiscono alle frazioni di secondo, e quando una di queste coincide esattamente con un index dei minuti sul quadrante, indica esattamente la frazione di secondo corretta nel cronometraggio.

Come si può bene immaginare, questo sistema implica la necessità di una grande precisione e affidabilità di costruzione, che non ammette deroghe nè approssimazione, neppure nel montaggio.

Continua A Leggere →

Longines L2.792.4.71.0, 45 anni e non sentirli!

La moda e il gusto estetico hanno spesso la connotazione del più spietato dei giustizieri!

Mancava da esttamente 45 anni dal catalogo di Longines un orologio iconico come il modello Heritage 1968, con il quale il brand dalla clessidra alata ha reinterpretato in chiave assolutamente moderna e attuale il gusto del bello e la capacità di poter apprezzare la bellezza di un orologio carrè.

Prendendo quasi alla sprovvista i competitors, come spesso accade in questi ultimi tempi, Longines ha anticipato quella che sarà una delle linee guida del 2014,

Longines Heritage 1968 L2.792.4.71.0, erede di un'epoca e nuova proposta

Longines Heritage 1968 L2.792.4.71.0, erede di un’epoca e nuova proposta

ovvero lo staccarsi dalla banalità di una forma che esclude gli angoli vivi.

Il carrè in effetti ha sempre costituito per un brand il punto d’arrivo di un lavoro e di uno studio estetico, sublimando in una composizione che si stacca dalla realtà universalmente riconosciuta come canonica.

Ma, se vogliamo essere sinceri, sono state di questa forma le più clamorose realizzazioni del design applicato all’Orologeria.

Qualche esempio? Presto detto: Cartier, maestro incontrastato d’arte e di tecnica, Tag-Heuer, che ha voluto dare la forma a quattro angoli di 90° al suo iconico Monaco, e molti altri ancora.

Longines L2.792.4.71.0, questa è la referenza con cui passerà alla Storia il Longines Heritage 1968,  si presenta come il revival di un’epoca in cui in Europa ferveva il fuoco dell’avvenuta ricostruzione, e durante la quale il nostro Paese si esprimeva nel mondo con il “Miracolo” della sua rinascita commerciale, imprenditoriale e culturale.

Oggi, dopo 45 anni, questo orologio personifica il simbolo di una nuova rinascita a cui tutti auspichiamo e partecipa ad infondere coraggio, rammentando quei momenti non meno duri, perchè eredi di una tragedia tremenda quale la Seconda Guerra Mondiale.

Nel segnatempo attualmente realizzato, la tecnica la fa da padrona, in virtù dell’utilizzo del calibro L619, ovvero un movimento meccanico a carica automatica dell’ultima generazione, realizzato in-house relativamente al gruppo proprietario di Longines, che imprime 28.800 alternanze orarie al bilanciere.

Continua A Leggere →

Longines Conquest Classic, come migliorare il meglio

 

Seppure annunciato con un ossimoro, il titolo di questo articolo risulta molto veritiero, in relazione alla nuova Collezione promossa da Longines in occasione di Basilea 2013, e che inizia ad apparire con i primissimi modelli nelle vetrine dei concessionari di tutto il mondo.

 

Longines Conquest Classic cronograph L2.786.4.76.6

Longines Conquest Classic cronograph L2.786.4.76.6

Longines Conquest Classic, non è infatti una mera riproduzione della famosa linea Conquest, ma possiede un proprio carattere ed una propria identità, la quale si afferma in virtù di una rivisitazione in chiave attuale delle convincenti forme di quella da cui trae ispirazione.

Va detto prima di ogni altra considerazione che ogni singolo modello della nuova collezione va ammirato dal vivo, perchè in una presa di coscienza diretta ci si accorge di quanto siano preziosi i particolari che arricchiscono esteticamente e tecnicamente questi elegantissimi segnatempo.

Continua A Leggere →

Longines al Royal Ascot 2013

 

La presenza di un brand orologiero all’appuntamento più esclusivo e dalla tradizione più fulgida del mondo equestre britannico, è il riconoscimento alla classe e al prestigio più alto che si possa riscontrare.

Anche l’edizione 2013 del Royal Ascot si è svolta all’insegna di Longines, la quale non si è distinta “unicamente” quale timekeeper ufficiale dell’evento, ma è assurta a vera protagonista, attraverso i rendez-vous più significativi ed esclusivi.

Aishwarya Rai Bachchan, la splendida attrice indiana, Ambasciatrice Longines per l’eleganza, ha presenziato all’intera manifestazione, incantando gli intervenuti con la sua grazia e affermandosi per la sua bellezza, suscitando entusiastici commenti, che in rete l’hanno equiparata per portamento e classe ad una Principessa Reale.

Seguiamo lo spot della manifestazione, cliccando sull’immagine, per immergerci in questo mondo fatato e quasi d’altri tempi.

Longines è stata impegnata su tutti i fronti, sia quello sportivo, attraverso il cronometraggio e le premiazioni, in virtù dei suoi sofisticati macchinari di conteggio del Tempo, ma anche per i preziosi segnatempo donati in premio ai protagonisti dell’evento agonistico.

Continua A Leggere →

Auguri a Longines: 40 milioni di orologi!

Proprio nell’anno del suo 180° anniversario Longines celebra un altro importante traguardo.

Con la produzione di un esemplare del modello L2.563.4.72.6, il brand svizzero raggiunge l’invidiabile cifra di ben 40.000.000 di orologi prodotti a partire dalla sua fondazione.

Per una particolare, significativa e piacevole coincidenza, questo modello appartiene alla Collezione Saint Imier, quindi proprio a quella linea di

Saint Imier L2.563.4.72.6 40milionesimo Longines prodotto nella Storia

Saint Imier L2.563.4.72.6 40milionesimo Longines prodotto nella Storia

segnatempo nata per ricordare la piccola cittadina elvetica in cui il brand è nato e dove tuttora ha la sua sede.

L’evento è stato ricordato con soddisfazione dal sito ufficiale di Longines ed è chiaramente emblematico della vitalità, del dinamismo e dell’eccezionale continuità di un marchio che ha segnato la Storia dell’Orologeria, e non solo … .

Cogliamo quindi l’occasione per parlare della collezione Saint Imier, che è subito balzata all’attenzione del mercato per la sobrietà e l’eleganza della sua linea, che l’ha fatta preferire da molti appassionati e da innumerevoli personaggi dello Sport e dello Spettacolo.

Ricordiamo che un modello della Collezione Saint Imier, e precisamente il cronografo L2.752.4.52.6 con ruota a colonne, è stato l’orologio ufficiale del prestigioso Torneo del Grande Slam del Rolland Garros di Parigi.

Focalizziamo però oggi la nostra attenzione su Longines Saint Imier L2.563.5.79.7, un orologio molto simile a quello che ha avuto l’onore di infrangere la barriera dei 40 milioni, che presenta il valore aggiunto di un rapporto qualità-prezzo eccezionale se consideriamo che si tratta di un segnatempo per signora in acciaio e oro.

Continua A Leggere →

Assistenza dei marchi di Swatch Group

Swatch Group, come risaputo, è il più importante gruppo di distribuzione orologiera esistente al mondo.

Il suo sistema di assistenza tecnica è sicuramente uno dei più seri ed apprezzati non solo nel settore orologiero, ma nell’intero panorama della distribuzione mondiale.

cronocE’ opportuno quindi divulgare i pricipi fondamentali a cui il gruppo si attiene per garantire l’assistenza post-vendita, con o fuori garanzia, anche per evitare freintendimenti che correrebbero il rischio di vanificare questo sforzo sostanziale e di immagine nel quale Swatch Group è impeganato.

Prima di tutto vediamo nello specifico un breve “Chi è” di questa enorme azienda.

Nato dalla genialità e intraprendenza di Nicholas Hayek, e attualmente saldamente in mano alla famiglia, il gruppo, dapprima nato come SMH ha successivamente cambiato denominazione nell’attuale, forse in omaggio al più grande successo commerciale dell’industria svizzera negli ultimi due secoli: l’orologio Swatch.

Il colosso elvetico è al momento proprietario di una grande quantità di marchi tra i più prestigiosi e ambiti del mercato e precisamente:

Breguet, Harry Winston, Blancpain, Glashutte Original, Jaquet Droz, Leon Hatot, Tiffany & Co., Omega, nel settore Lusso;

Longines, Rado, Union Glashutte, nel segmento di Alta Gamma;

Tissot, Balmain, Certina, Mido, Hamilton, Calvin Klein Watches, nel segmento medio di gamma;

Swatch e Flik Flak nella gamma di base.

Continua A Leggere →
Orologicamente.it è un progetto di Cannoletta Antica Gioielleria 01589530086 & Limbiati Orologeria Sesto Calende ( VA ) P.IVA 01816590127
Top