Omega vende direttamente online, cambia la strategia di Swatch Group

Salgono a 6 i marchi del colosso svizzero che si possono acquistare online

La strategia di Swatch Group riguardo alle vendite online si sta lentamente ma inesorabilmente adeguando ai tempi. E lo fa con un inaspettato salto in avanti.

Finora il gruppo, titolare e/o distributore di 18 marchi di Orologeria aveva adottato una via intermedia riguardo alla vendita diretta. L’apertura di numerose boutique aziendali aveva annunciato una svolta, ma le dichiarazioni ufficiali sono state sempre improntate sul tranquillizzare i concessionari su un’eventuale approdo alle vendite dirette online, almeno per i marchi di prestigio.

Qualche avvisaglia si era comunque già avuta con la scelta di vendita in rete diretta di marchi come Hamilton e Tissot. Ma si tratta comunque di marchi che non toccano il settore lusso.

Con Calvin Klein è stato approntato un tentativo di costituire una rete di concessionari su cui indirizzare i consumatori affezionati al web. Un sistema che consentiva a Swatch Group il controllo diretto di ogni aspetto commerciale su un prodotto di cui l’azienda è distributrice, ma non titolare del marchio.

Successivamente, e nonostante questo tentativo, gli orologi Calvin Klein si trovano in vendita sul sito omonimo.

Oltre a questi ci sono Swatch e Flik-Flak, che a dire il vero sono stati i precursori del commercio retail in rete da parte del colosso elvetico.

La vera sorpresa riguarda però la decisione palesata in questi giorni di vendere direttamente in rete un marchio come Omega, che è stato sempre ritenuto strategicamente uno dei brand da inserire nel comparto del lusso.

La scelta è sicuramente stata ponderata attentamente, ma ciò non toglie che costituisca un duro colpo per i concessionari tradizionali, i quali sono tra l’altro obbligati a un impegno economico abbastanza gravoso per assicurarsi l’esclusiva di zona del brand.

Molti tra essi hanno cercato di correre ai ripari creando un sito e-commerce, ma i fatti dimostrano ampiamente che questa soluzione rischia di divenire ancora più penalizzante per il dettagliante indipendente.

Capita spesso infatti che i grandi marchi che vendono direttamente in rete, impongano per contratto i concessionari a non praticare sconti palesi online. In questo modo il cliente si rivolge quasi esclusivamente al sito ufficiale, che a parità di prezzo ispira maggiore sicurezza. I contratti con i corrieri da parte dei big, sono inoltre più precisi e vincolanti rispetto a quelli del singolo commerciante. E tutto contribuisce a canalizzare le vendite sui siti titolari.

Tutto ciò per dire che se Swatch-Group è arrivata alla determinazione di fare una scelta di questo tipo, probabilmente significa che ha rotto gli indugi.

Omega in vendita online, è qualcosa di più che una notizia. Come già detto è un marchio in bilico tra il settore medio-alto e il lusso. Ciò fa sì che sia un apri-pista per tutti i marchi immediatamente superiori e inferiori al suo livello di percezione sul mercato.

Ricordiamo che Swatch-Group è titolare di brand quali Longines, Certina, Mido, ma anche di altri che portano il nome di Blancpain, Breguet, Glashütte, e altri.

Alcuni tra questi marchi prestigiosi hanno probabilmente risentito della inevitabile flessione che deve essersi verificata sul mercato cinese. E ciò potrebbe avere indotto Swatch Group a valutare un’accelerazione per l’approdo definitivo on-line.

Sta di fatto che sul sito ufficiale di Omega si ha già da ora la possibilità di acquistare il proprio orologio.

Restiamo ora in attesa del prossimo passo, che si prevede possa essere un ulteriore approdo in rete dello shop diretto di un altro brand di Swatch Group.