Tissot Powermatic 80.

Il 2013 è un anno importante per Orologi Tissot: si celebra il 160°compleanno della Casa Svizzera e i tecnici orologiai hanno pensato di onorare degnamente l’evento con un nuovo movimento, destinato a rimpiazzare nell’arco di pochi anni i precedenti.

Stiamo parlando del Tissot Powermatic 80, innovativo meccanismo a carica automatica in grado di funzionare sino ad 80 ore, un limite mai raggiunto con i tradizionali movimenti.

L’autonomia dei precedenti calibri è di 40 ore circa e il miglioramento è dovuto allo studio degli esperti orologiai unito all’utitizzo di materiali innovativi.

Un contributo importante è dato dalla capacità ed alla inesauribile genialità dei tecnici che li spinge a raggiungere risultati importanti all’insegna dell’innovazione; un motivo che a Le Locle ascoltano volentieri.

Entrando nello specifico segnaliamo il miglioramento dell’efficienza di alcuni componenti tra i quali il sistema a racchetta, tipico dei movimenti economici, che influisce sulla regolazione della lunghezza della spirale.

Si è preferito sostituire il vecchio sistema con un altro nuovo ad inerzia variabile, in cui l’anticipo e il ritardo delle oscillazioni sono gestite da piccole masse asimmetriche in grado di aumentare o diminuire il momento d’inerzia.

Tutto questo risulta molto costoso e utilizzato dai produttori per orologi di media e alta gamma.

Orologi Tissot ha sorpreso tutti, ancora una volta, proponendolo su modelli che non superano le 815,00: impensabile sino ad ora.

Entrando nel dettaglio, scopriamo che due dei quattro bracci del bilanciere accolgono due viti a testa tagliata; agendo sulle stesse è possibile regolare con grande precisione e stabilità l’anticipo e il ritardo.

L’equilibratura è garantita da uno speciale strumento che ha fresato del materiale posto sottola corona del bilanciere fino a raggiungere un risultato ottimale.

La molla che è contenuta nel bariletto ed è la fonte d’energia è stata quasi raddoppiata utilizzando una di spessore ridotto con l’apporto probabile di una nuova lega metallica, mantenendo inalterata l’efficienza.

Un’autonomia maggiore che offre prestazioni superiori non subendo forti perturbazioni, ponendo in secondo piano il problema della ricarica atomatica nelle persone che conducono vita sedentaria.

Terminando evidenziamo lo scappamento: ancora e ruota di scappamento realizzati in materiale sintetico indurito che elimina l’uso del rubino, riducendo fortemente l’uso del lubrificante, altrimenti indispensabile per il corretto funzionamento.

Una macchina nuova che viaggia regolarmente ad una velocità di crocera ideale consumando molto meno di altre.

Una nuova e geniale invenzione di Orologi  Tissot.